ASCOLI PICENO – Nasce da un’idea di don Paolo Sabatini, della Pastorale giovanile e scolastica, in collaborazione con Libera, associazione fondata da don Luigi Ciotti, il corso di storia della mafia “Dalla coppola ai colletti bianchi”, che si propone, attraverso un ciclo di incontri con studiosi ed esperti del fenomeno, di diffondere conoscenza e consapevolezza in primo luogo tra i giovani, ma anche nell’opinione pubblica in generale.

Presentato oggi, 23 febbraio, in una conferenza stampa condotta da Paola Senesi, referente regionale e provinciale di Libera, insieme a don Paolo e ai collaboratori di Libera, nonché responsabili del corso, Francesco De Angelis e Giancarlo Alboini, il corso si articolerà in quattro incontri con uno storico, un giornalista esperto di mafia, un referente nazionale di Libera, per finire con uno dei più noti magistrati italiani antimafia.

“Si tratta di un’iniziativa con una valenza non solo culturale, ma anche sociale e civile, perché è importante insegnare, soprattutto ai giovani, quali sono i loro diritti e come riconoscere problemi che spesso sembrano lontani, ma in realtà non lo sono”, ha voluto sottolineare don Paolo Sabatini.

Il corso è organizzato dalla curia e da Libera in modo totalmente autonomo, svincolato da ogni autorità o forza politica. “I valori di giustizia e legalità appartengono a tutti”, ha spiegato Paola Senesi. “E tutti dovremmo prendere consapevolezza del fatto che anche la nostra zona, per quanto considerata un’isola felice, è a rischio mafia. Ci sono già tre beni confiscati, di cui uno a Pesaro e due nella nostra provincia, su cui si stanno facendo delle verifiche, e il traffico di stupefacenti è un segno tangibile di attività mafiosa”.

Gli organizzatori sono partiti dall’idea di un corso rivolto agli studenti delle scuole superiori, ma visto il calibro dei relatori, hanno poi deciso di aprire gli incontri a tutta la cittadinanza.

I primi tre incontri si terranno presso la sede dell’associazione Impronta in piazza Bonfine, alle ore 17:30. Si comincia sabato 25 febbraio con lo storico Nicola Tranfaglia, poi il 5 marzo sarà la volta del giornalista Rino Giacalone e il 16 aprile parlerà l’avvocato Davide Pati, della direzione nazionale di Libera. Infine, il magistrato Giancarlo Caselli chiuderà il ciclo il 27 aprile presso la parrocchia di SS. Simone e Giuda a Monticelli, a partire dalle 17:30.

Per informazioni: www.ascoligiovane.it

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 470 volte, 1 oggi)