CASTEL DI LAMA –  Castel di Lama va in rete, al pari delle grandi città italiane. È stato presentato oggi il progetto promosso dal Comune in collaborazione con Aes Tecnology, che consentirà di avere una rete wireless gratuita e diffusa su tutto il territorio comunale. Il servizio garantirà una connessione base ad Internet, che potrà essere effettuata in tutti gli angoli del paese anche senza fili, dalle abitazioni private ai luoghi pubblici (piazze, parchi, ecc.). Già dal novembre scorso l’amministrazione aveva iniziato a lavorare al progetto, che ora verrà attivato in fase sperimentale per un anno, per studiarne l’avvio e il funzionamento. In questi giorni i tecnici insieme all’assessore ai Lavori pubblici Mirko Corradetti stanno effettuando i sopralluoghi e si conta di poter effettuare il primo start-up nelle prime settimane di aprile.

“E’ un progetto a cui teniamo moltissimo, oltre ad essere un impegno della nostra campagna elettorale che aveva riscosso grande interesse da parte di tutti i cittadini, non solo giovani – dichiara il sindaco Patrizia Rossini -. I primi approcci sono stati negativi poiché comportavano impegni di spesa troppo onerosi per l’amministrazione. Poi con questa società abbiamo avuto la possibilità di realizzare la rete wi-fi a costi moderati”. Si parla di 1.500 euro mensili per il Comune, in parte recuperati attraverso la disattivazione di vecchie connessioni internet a pagamento che ora diventeranno gratuite (tutte quelle attivate negli edifici pubblici come il municipio, le scuole, ecc.).

Dello stesso avviso l’assessore Corradetti: “E’ un progetto all’avanguardia che modernizza il nostro territorio e permette di poter navigare gratis in Internet anche stando nei luoghi pubblici come i parchi e le piazze. In Italia sono poche le realtà che hanno il wi-fi nell’intera città, e comunque per lo più si tratta di grandi città come Salerno, Milano, Venezia e non piccoli Comuni come il nostro. Inoltre il servizio servirà a coprire le zone dove la connessione è difettosa”.

“Il lavoro è già a un punto abbastanza avanzato. Si partirà da 7-8 postazioni principali e verranno poi coperte le vie più nascoste dal segnale – spiega Alfredo Santarelli di Aes Tecnology -. La realizzazione di questo sistema permette al Comune di usufruire di una rete ad uso quasi proprio: infatti ogni volta che un portale si collegherà alla rete wi-fi, immediatamente sarà visibile il sito dell’ente. Ciò permetterà all’amministrazione di informare in tempo reale i cittadini (su bandi, iniziative, ecc.) e di sviluppare altre possibilità come il telecontrollo del territorio, la telemedicina e simili”. Inoltre le aziende locali avranno la possibilità di veicolare la propria pubblicità attraverso questa rete.

Secondo l’Aes Tecnology il sistema sarà a basso impatto visivo ed elettromagnetico, con un centinaio circa di antenne ed apparati di piccole dimensioni diffusi su tutto il territorio. Per connettersi al wi-fi, a partire da Pasqua, i cittadini devono essere registrati. L’accesso consentirà la normale navigazione sul web, tranne che le operazioni di download e l’accesso a siti pedopornografici o altri che non tutelano i minori.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.637 volte, 1 oggi)