ASCOLI PICENO – Queste le valutazioni di PicenoOggi.it sulla sfida del ‘Braglia’ di questo pomeriggio.

Maurantonio 7: Fino al 92′ non sa se sdraiarsi a terra per farsi un pisolino pomeridiano, dato che, a parte qualche uscita alta, non deve fare altro. Ma poi, salva la gara andando a togliere dall’incrocio la punizione di Sansone.

Giovannini 6: Al rientro dopo diverso tempo, non è in perfetta forma, e i continui falli in ritardo sull’uomo creano qualche imbarazzo. Ma non è l’unico a commetterli. Prestazione, comunque, sufficiente.

Peccarisi 6,5: Ancora una bella gara. Si conferma il migliore tra i suoi, anche se a volte potrebbe alzare un pò di più la difesa, spesso eccessivamente bassa rispetto allo sviluppo dell’azione. Se la cava con esperienza sull’episodio dubbio con Missiroli.

Faisca 6: Anche per lui prestazione ordinata, senza alti e bassi. Forse, potrebbe evitare i troppi lanci lunghi, visto che davanti gli ascolani sono davvero pochi.

Scalise 7: Il migliore. E’ ormai una certezza e, sarà un caso, ma con lui in campo l’Ascoli non ha mai perso. E’ perfetto nella cavalcata e nell’assist per l’occasione di Ilari. Esce per infortunio. (Ciofani sv: per sua fortuna, il fallo nel finale non è letale per la squadra)

Di Donato 6: Il voto è la perfetta media tra i palloni persi e quelli recuperati con il suo consueto spirito da battaglia. Non in grande condizione, deve abbandonare il campo prima del previsto (Parfait sv: deve solo contenere gli assalti finali).

Pederzoli 6: Viene ammonito quasi subito e questo potrebbe condizionarlo. Invece, oltre ai tanti palloni toccati in impostazione, si fa notare anche per diversi contrasti vinti.

Ilari 5,5: Sostituisce Sbaffo e, come lui col Grosseto, ha l’occasione migliore per l’1-0, ma un pò per sfortuna, un pò per imprecisione il suo destro non trova la porta. Per il resto, si è visto che non è in condizione e deve restare in campo per tutti i 90′.

Tomi 6: In campo per far riposare Pasqualini, ma il n.33 non lo fa rimpiangere, anzi. Timido, come tutta la squadra, nella prima frazione, si ‘sblocca’ nella ripresa, grazie anche al sinistro dei primi minuti della ripresa con il quale va vicino al gol.

Falconieri 6,5: E’ molto più mobile di Gerardi ed i suoi guizzi mettono in crisi i difensori del Sassuolo. Nel secondo tempo si gira bene su Marzoratti ma la botta è troppo centrale.

Gerardi 5,5: Silva apprezza di lui l’inserimento negli spazi. Ma l’ex Grosseto, come sabato scorso, non lo accontenta granché, anche perché non è quasi mai servito come dovrebbe. Cerca di proteggere palla e si da un gran da fare in attacco, ma sbaglia qualche tocco di troppo. La cosa migliore la fa nella ripresa quando se ne va a centrocampo per servire poi Falconieri (Papa Waigo sv: non si vede mai, dimostrando di aver meritato la panchina)

Silva 6: Merita la sufficienza per la compattezza che dà alla retroguardia ascolana, ma, la coperta sembra corta e da qualche parte scopre. In effetti, davanti l’attacco è spuntato e poco incisivo, e la manovra ha sempre pochi giocatori che partecipano. Col Sassuolo ci può stare, ma ora arrivano le gare che contano, e un pò più di coraggio servirebbe.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 405 volte, 1 oggi)