ASCOLI PICENO – Per Valeriano Camela l’Azienda ospedaliera Marche Sud non è più solo un progetto sulla carta, ma un obiettivo concreto, che mira ad integrare i servizi di San Benedetto e Ascoli. Il fine è quello di giungere ad una nuova azienda ospedaliera unificata del Piceno.  “Sono soddisfatto e fiducioso riguardo i contenuti e gli obiettivi emersi nella recente riunione con i vertici regionali sul futuro della sanità del territorio piceno – dichiara il consigliere regionale Udc -.  A questo primo confronto sulle problematiche è seguita l’elaborazione di una vera e propria piattaforma di azioni, coerenti con l’accelerazione che si vuol dare al processo di integrazione dei servizi e delle funzioni in Area Vasta e preparatorie alla istituzione dell’Azienda Ospedaliera Marche Sud”.

“Essa rappresenta la migliore risposta alla domanda di riequilibrio dei servizi sanitari avanzata insistentemente dal nostro territorio – continua il consigliere – e, per le specializzazioni di qualità che essa per definizione porta con sé, può costituire un importante riferimento sanitario non solo per la comunità picena ma anche per l’utenza del vicino Abruzzo e di parte del Meridione, con tutti i benefici finanziari derivanti dagli effetti sulla mobilità attiva e passiva”.

Per Camela  si tratta dunque di un traguardo ora più vicino: “L’istituzione dell’Azienda ospedaliera, dapprima prevista nel Piano Socio-Sanitario con mio specifico emendamento e successivamente rafforzata con apposite Proposta di Legge già sul tavolo della Commissione Sanità, si accinge a seguire il normale iter previsto”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 283 volte, 1 oggi)