ASCOLI PICENO – Se sul futuro sportivo e societario dell’Ascoli Calcio si sa ben poco, una certezza per il campionato 2012/2013, di qualsiasi categoria esso sia,  c’è comunque: dopo aver capeggiato sulle maglie delle ultime sei stagioni, la ‘Legea – Technical Sportswear’ non sarà più sponsor tecnico della squadra bianconera. Dall’anno prossimo e per tre stagioni, infatti, le maglie del Picchio saranno firmate ‘Max Sport‘, fin dalla scuola calcio.

Il giovane marchio fondato nel 1993, è originario di Lentini, nel siracusano, e produce abbigliamento per diversi tipi di sport: dal calcio, alla pallavolo, passando anche per discipline invernali. In serie B, invece, ha come partner il Vicenza. “Ci leghiamo con grande piacere – spiega sul sito bianconero Claudio Nocita, uno dei fondatori assieme al fratello Sebastiano – all’Ascoli Calcio, società solida dalla storia ultracentenaria e tra le più blasonate della categoria. Puntiamo alla qualità più che alla quantità: per questo scegliamo poche squadre. Così facendo possiamo garantire massima cura del design e del prodotto nei minimi dettagli”.
Da corso Vittorio Emanuele è direttamente il presidente Benigni a parlare del nuovo sodalizio: “Sono entusiasta. Porta una ventata di novità e gioventù, essendo ‘Max Sport’ un marchio giovane e fresco, ma anche con molta esperienza. Caratteristiche che ben si sposano e che da sempre contraddistinguono l’Ascoli Calcio: la tenacia, la perseveranza e lo spirito battagliero che consentono di guardare qualunque obiettivo come raggiungibile”.

Come detto, ‘Max Sport’ prenderà il posto della ‘Legea’, società anch’essa del sud Italia (è di Pompei) e nata nel 1993. Da sottolineare che il legame tra Ascoli e Legea è stato tra i più duraturi della storia bianconera: tornato nel 2006/2007 (secondo anno di Serie A e maglia a righe bianconere sottili ‘old style’), il marchio campano era stato già indossato dai calciatori del Picchio da fine anni ’90 al 2002.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.426 volte, 1 oggi)