ASCOLI PICENO – Fu una doppietta di Antenucci a decidere, in un caldo primo maggio di due anni fa, l’unica vittoria bianconera al ‘Granillo‘ di Reggio Calabria. Ma l’Ascoli di domani, ore 15 (arbitra Gavillucci di Latina), oltre che cercare punti per la salvezza, dovrà anche risolvere il problema del gol: sono 275 minuti, infatti, che un bianconero non buca la porta avversaria.

“Speriamo di tornare a segnare – dice il tecnico Silva alla vigilia della sfida -, per questo metterò in campo i giocatori che mi diano più vivacità al gioco. Inutile dire che il gol ci manca un pò”. Non è certo un’occasione facile, visto che l’avversario, in lotta per i play off, viene anche dalla vittoria sul campo del Pescara. “Loro sono motivati, anche per la gara di venerdì scorso, ma è difficile a prescindere perché la Reggina gioca con ritmi alti e molta aggressività. Noi – conclude – speriamo di fare una buona partita e di fare risultato”.

Diciannove i convocati da mister Silva per la trasferta: tra questi non figurano Giovannini (per lui un nuovo stop di circa tre settimane), Romeo e Montalto. In difesa, dunque, si potrebbe rivedere titolare Ciofani, favorito su Andelkovic. Rispetto allo 0-0 col Sassuolo, sono confermati Maurantonio e Tomi, al posto di Guarna e Pasqualini, mentre la sorpresa potrebbe essere l’impiego di Parfait sulla mediana, che alla fine la spunterebbe su Sbaffo e Ilari. In attacco si rivedrà (si spera con ritrovata brillantezza) Papa Waigo, partner quasi sicuramente di Andrea Soncin, anche se fino all’ultimo Falconieri si giocherà le sue chances.

Come si evince dalle prime righe, sono agrodolci i precedenti dei bianconeri con gli amaranto guidati da Gregucci (che definisce il Picchio ‘il peggior avversario del momento’). Dei dieci incontri fin qui disputati (di cui 2 in A e 5 in B), quattro le sconfitte e cinque i pareggi, tra i quali anche lo 0-0 dello scorso campionato e l’1-1 del girone di andata. Tre gli ex: Marino tra i calabresi, Peccarisi (cresciuto calcisticamente sullo Stretto) e Aloisi (ultima stagione da calciatore e prime due da tecnico della primavera) tra gli ascolani.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 215 volte, 1 oggi)