ASCOLI PICENO – L’amore celebrato attraverso la voce dei poeti e scrittori del passato. Si è concluso felicemente l’appassionato reading “Fulgida Stella – Lettere d’amore e di poesia”, organizzato dal Cisi (Centro per l’Integrazione e Studi Interculturali) e dal Laboratorio Minimo Teatro. Undici attori hanno preso parte alla rappresentazione, realizzata ieri pomeriggio nella chiesa di San Pietro in Castello ad Ascoli Piceno. Uno spettacolo arricchito da video proiezioni, coreografie, commenti musicali e dalle scene curate da Anna Laura Petrucci.

La performance ha entusiasmato il pubblico con gli scambi epistolari di coppie di amanti d’eccezione, veri e propri capolavori letterari d’ogni tempo, come le lettere di Abelardo ed Eloisa, risalenti al 1130 e raccolte nella “Storia delle mie disgrazie”; la corrispondenza tra John Keats e Fanny Brawne nella Londra vittoriana e quello tra Elizabeth Barrett e Robert Browning, dal corteggiamento fino al matrimonio.

Questo incontro è stato il secondo appuntamento della rassegna “In cerca di lei”, organizzata per offrire, attraverso la commistione di vari linguaggi e forme espressive, momenti d’incontro e riflessione sui vari aspetti della questione femminile in Italia, oggi più che mai aperta e al centro di dibattiti e iniziative, i quali vedono le donne protagoniste nella rivendicazione di diritti e pari opportunità.

Cisi è un’associazione di promozione sociale che crede nell’intercultura come strumento indispensabile per formare individui capaci di affrontare le sfide del mondo attuale, tramite un confronto costante con l’altro che porta all’autoconsapevolezza e alla crescita individuale e sociale.

Il Laboratorio Minimo Teatro ha aderito all’iniziativa e al percorso artistico sperimentando la validità artistica e culturale di questa forma di comunicazione, incentrata su tematiche forti e attuali.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 364 volte, 1 oggi)