ASCOLI PICENO – Un’iniziativa per avvicinare i vedenti al mondo dei non vedenti. Si è svolta ieri 7 marzo, presso la Sala dei Savi del Palazzo dei Capitani del Popolo, la manifestazione celebrativa per la V Giornata Nazionale del Braille, promossa dall’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Ascoli Piceno e Fermo. L’iniziativa hanno partecipato gli studenti di tre istituti scolastici di Ascoli, oltre alle autorità della Prefettura, del Comune, della Provincia, della scuola e della sanità.

Attraverso il progetto “tra vedere e non vedere”, l’associazione ha consentito ai giovani di avvicinarsi al mondo dei non vedenti e degli ipovedenti tramite la simulazione di esperienze al buio, cogliendone sensazioni immediate, apprendendone gli aspetti sensoriali e percettivi, sperimentando  giochi motorio- uditivi ed esplorazioni tattili.

A seguito di questo progetto condotto nelle classi da Emanuela Storani, istruttrice di mobilità e di autonomia personale, in collaborazione con i docenti delle scuole, è stato indetto un concorso basato sullo svolgimento di un componimento scritto attinente all’esperienza vissuta e la selezione dei componimenti più significativi è stata svolta da una commissione costituita dagli stessi insegnanti, da Armando Giampieri dell’Unione e da Meri Cantori, responsabile per i problemi della disabilità dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Ascoli Piceno.

I coordinatori dell’evento, il responsabile regionale dell’Uici Armando Giampieri ed il presidente provinciale Adoriano Corradetti, sono rimasti favorevolmente colpiti dall’entusiasmo e dalla consapevolezza degli studenti che hanno aderito con interesse al progetto finalizzato al sensibile incontro tra individui normodotati e non vedenti. E perciò hanno voluto premiare con gratitudine i vincitori: Costanza Farina e Lorenzo Mancini della scuola secondaria di 1° grado “M. d’Azeglio”, Dario Zuppini della scuola primaria “Falcone Borsellino”, Giorgio Valentini della scuola secondaria di 2° grado ITAS “G. Mazzocchi”.

L’occasione è stata resa ancor più significativa dall’esecuzione di un breve concerto pianistico ad opera di una studentessa non vedente allieva del Conservatorio di Fermo Maria Vittoria Tranquilli.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 293 volte, 1 oggi)