ASCOLI PICENO – Riceviamo e pubblichiamo una lettera del presidente della Provincia di Ascoli Piceno, Piero Celani.

“Siamo alle solite, solo tanto rumore per nulla! La minoranza del Consiglio provinciale, Pd in testa, spara a zero nel mucchio con accuse strumentali e infondate per nascondere la propria incapacità di fare proposte concrete e alternative.

Ma andiamo con ordine. Si contesta la mancanza di politiche per il lavoro, ma di cosa stiamo parlando? Sono state spese quasi interamente le risorse del Fondo Sociale Europeo per finanziare decine e decine di corsi di riqualificazione volti a ricollocare i lavoratori espulsi dalle grandi aziende gestendo al meglio una situazione veramente difficile. Senza contare gli innumerevoli corsi attivati per creare figure professionali richieste nel mondo del lavoro come gli operatori socio sanitari e tante altre professionalità. Abbiamo erogato 364 borse lavoro per categorie svantaggiate (disabili, lavoratori disoccupati ultracinquantenni, donne, giovani) coinvolgendo ben 213 imprese e incaricato 74 tutor di seguire i soggetti interessati per favorire, qualora possibile, inserimenti lavorativi a tempo determinato o indeterminato. Per migliorare l’innovazione tecnologica delle aziende del Piceno incentivando, nel contempo, l’occupazione sono stati messi a bando circa 3 milioni e 300 mila euro con 675 domande presentate dalle imprese a dimostrazione che questa misura è stato molto apprezzata dalle realtà produttive locali impegnate nella difficile fase del rilancio e della competitività.  I nostri Centri per l’Impiego di Ascoli e S. Benedetto, solo nel 2011 hanno effettuato 10 mila colloqui di orientamento di cui 1500 mirati all’incrocio domanda e offerta di lavoro. Vogliamo invece parlare della fallimentare esperienza delle work experience dell’ex assessore Mandozzi?

Abbiamo ereditato dal centrosinistra un Bilancio in condizioni disastrose con un pesante squilibrio di oltre 5 milioni di euro: ebbene, è stata attuata una politica di risanamento e rigore riducendo drasticamente le spese correnti e i costi della politica. Non solo, grazie alla rinegoziazione dei mutui a tassi più vantaggiosi, si è mantenuto invariato il debito senza diminuire gli investimenti per lo sviluppo. Altro quindi che Bilancio aleatorio! E’ stato invece messo in moto un percorso virtuoso che, seppure con risorse statali e regionali sempre più esigue, sta dando i suoi frutti.

Cari amici della minoranza un modello di sviluppo c’e, l’abbiamo in mente eccome e lo stiamo indicando e realizzando: Ridare fiato al sistema delle piccole e medie imprese, rivitalizzare il turismo con il piano marketing e con gli eventi culturali e l’enogastronomia nonché favorire come e quanto possibile le infrastrutture materiali ed immateriali. Il protocollo Tronto – Val Vibrata non è mai partito perché privo di risorse e, semmai ci fossero state, dopo il terremoto dell’Aquila, sarebbero state tutte dirottate sul versante abruzzese. Anzi, se ora ricomincia a muoversi qualcosa, lo si deve proprio alla collaborazione avviata da questa Amministrazione con quella di Teramo come dimostra anche il recente Consiglio Provinciale congiunto promosso proprio dalla Provincia di Ascoli.

Strade Provinciali ridotte male? Ricordo al centrosinistra che ha governato in Provincia per 15 anni. Possibile che il sistema viario si sia deteriorato improvvisamente  negli ultimi due anni !? Oppure c’è stata una cattiva gestione della manutenzione nei decenni precedenti? Oppure negli anni precedenti forse tante e troppe risorse sono state dirottate sulle strade del Fermano?  Ricordo che questa Amministrazione spenderà 3,3 milioni di euro in manutenzione stradale solo nel 2012.

Capitolo pozzi, si tratta di un canone imposto per legge: questa Amministrazione non ha fatto altro che applicare la normativa vigente per riportare alla regolarità una situazione che si trascinava da anni sui binari del dimenticatoio!

E veniamo alla questione Tutor: servono ad aumentare la sicurezza stradale non certo a vessare gli automobilisti. E’ singolare che il Consigliere Mandozzi protesti ora e non lo abbia mai fatto invece quando i Comuni retti dal centrosinistra hanno falcidiato per anni gli automobilisti con autolevox di ogni tipo, quelli si messi appositamente per fare cassa dato che rilevavano la velocità istantanea   (a 50 km/h sic!). I nostri Tutor rilevano la velocità media e sono istallati lasciando il limite ai 90Km/h.

Per quanto riguarda infine la richiesta della commissione consiliare sul personale a seguito della  ventilata trasformazione delle Province, dopo i disastri provocati dalla tua amministrazione, caro Mandozzi, proprio con la  commissione proposta per la divisione del personale con Fermo, c’è ne guardiamo bene dal fare altrettanto. Questa Amministrazione continuerà invece un lavoro sereno e costruttivo nell’interesse della comunità Picena, certamente più produttivo di una demagogia spicciola che sa solo criticare senza proporre soluzioni e progettualità.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 244 volte, 1 oggi)