ASCOLI PICENO – Prosegue l’azione di coordinamento attuata dalla Prefettura di Ascoli Piceno. Lo scorso 15 marzo, nella sala consiliare della Provincia, il Prefetto ha presieduto la Conferenza provinciale permanente  alla quale hanno preso parte, oltre ai massimi rappresentanti delle Forze dell’ordine e delle Autorità provinciali, anche il Provveditore alle opere pubbliche per le Regioni Marche ed Emilia Romagna, l’ingegner Vittorio Rapisarda. Nella circostanza è stato presentato lo schema di convenzione tipo per l’istituzione della Stazione unica appaltante (Sua), strumento operativo previsto dalla legge numero 136 del 2010. Il Provveditore ha illustrato gli aspetti salienti ed i punti di forza della convenzione che consentirà di rafforzare la prevenzione contro le infiltrazioni criminali negli appalti pubblici, di concentrare le procedure di gara in un unico organismo, di attuare procedure contrattuali più economiche e trasparenti. A tal fine, tramite la Sua verranno messi a disposizione dei Comuni che li richiederanno e a costi molto bassi, esperti qualificati che, sotto l’egida del Provveditore, aiuteranno gli enti locali a gestire singoli passaggi, aspetti legali o l’intero processo di appalti di lavori o di servizi.

L’iniziativa rientra in un rinnovato quadro di governance che, a partire dalle modalità di approccio della crisi dell’autotrasporto del mese di gennaio ultimo scorso, sino alla positiva gestione della recente emergenza maltempo, intende rinnovare la spinta propulsiva della Prefettura sul territorio mediante una intensa azione di coordinamento attuata nel rispetto del principio di leale collaborazione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 83 volte, 1 oggi)