ASCOLI PICENO – Dopo un acceso dibattito, e su proposta del governatore Spacca, è stata da poco approvata dall’assemblea legislativa della Regione Marche la cassazione della parte aggiuntiva dell’accisa sui carburanti, la cui applicazione era stata stabilita in occasione dell’alluvione del 2011.

Così la parte relativa alla tassa regionale sui carburanti torna ad essere pari a circa 0,02 centesimi al litro, mentre dopo l’introduzione della cosiddetta tassa delle disgrazie, che obbligava la regione ad aumentare l’accise per poter autofinanziare le spese sostenute per le emergenze, si era arrivati ad un più 0,0758 centesimi per litro.

La riduzione di cinque centesimi permetterà conseguentemente di abbassare il prezzo del carburante al distributore. Il provvedimento è stato approvato con legge regionale e sarà attivo dal 1° aprile.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 266 volte, 1 oggi)