ASCOLI PICENO- Un’isola ecologica praticamente sotto casa”. Così definisce il sindaco Castelli lo spazio per la raccolta differenziata che sarà attivo da lunedì pomeriggio in una zona dedicata dell’area ex carbon, nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno partecipato anche il presidente di Restart (il consorzio che ha acquistato l’area) Franco Gaspari e il presidente della Ascoli Servizi Comunali Fulvio Mariotti.

L’isola ecologica permetterà di raccogliere i rifiuti ingombranti o non smaltibili  che normalmente non sono inquadrabili nelle tipologie ordinarie, come quelle del ‘porta a porta’, e che non vanno quindi nei contenitori consegnati a famiglie e attività commerciali.

Si cerca di combattere anche il malcostume di lasciare per strada i rifiuti, creando per le vie cittadine delle piccole discariche a cielo aperto. Ma l’obiettivo principale è soprattutto quello di evitare lo smaltimento in discarica,  in modo da recuperare meglio le risorse a vantaggio dell’ambiente.

“Abbiamo cercato di andare ancora una volta incontro ai cittadini – spiega il sindaco Castelli – Prima l’unica isola ecologica si trovava presso la discarica di Relluce, a dodici chilometri dal centro cittadino, ora invece abbiamo creato questa nuova area che sarà raggiungibile dalla maggior parte dei cittadini in poco tempo. Così sarà più comodo elimirare quei rifiuti anche piccoli che, nell’incertezza, o per pigrizia, finiscono nell’indiffernziato. E’ quindi un ulteriore incentivo alla raccolta differenziata,  per il quale abbiamo ottenuto dei sensibili miglioramenti in percentuale rispetto a due anni fa quando attivammo il nuovo sistema di raccolta”.

Con il 41 % di raccolta differenziata Ascoli non è più fanalino di coda tra i comuni più popolosi della Provincia, ed è di poco dietro ad altri grandi centri come San Benedetto che è al 42,66%  in una classifica che denota la virtuosità di Offida, prima con il 54%. Ma l’obiettivo è quello di migliorare ancora  perchè scendendo al di sotto di un certo livello si corre il rischio di incappare in un aumento della tassa regionale sui rifiuti.

“La raccolta è importante anche per queste cose, in un momento di difficoltà per tutti e di tagli agli enti. – sottolinea ancora il sindaco –  Possiamo dire che una città civile è anche meno costosa, per questo rivolgiamo l’appello ai cittadini ad essere più collaborativi. Puntiamo molto sulle attività educative soprattuto tra i giovani, e per questo all’inaugurazione sono stati invitati gli alunni di due scuole medie”.

“La questione dell’emergenza neve è stata l’esempio di come l’amministrazione si sia prodigata per limitare i disagi  – evidenzia invece Mariotti – riuscendoci nel migliore dei modi e molto meglio di altre città. Al tempo stesso però vorremmo un maggiore impegno da parte della cittadinanza. Ancora una porzione consistente di cittadini non pratica la differenziata. E’ un comportamento maleducato, per questo ho chiesto al sindaco di incrementare controlli e sanzioni“. A tal proposito il primo cittadino ha assicurato l’impegno a rinnovare l’accordo con le guardie ecologiche volontarie per iniziare un’altra serie di controlli, ma si stanno anche valutando altre alternative come quella di conferire tali incarichi ai dipendenti stessi della Ascoli Servizi”.

“Anche da queste cose Restart vuole dimostrare la propria sensibilità ai temi della sostenibilità ambientale – è invece il commento Gaspari – Un’attenzione che sarà elemento fondante anche per la nuova smart city Ascoli 21“.

L’isola ecologica, che verrà inaugurata sabato alle 10,  sarà attiva dal lunedì al sabato dalle ore 15 alle 18 in Via dei Mulini, di fronte alla palestra Tonic. Sarà possibile conferirvi i seguienti generi di rifiuti: ingombranti (mobili, materssaum reti d letto, eletrodomestici, cd, computer e monitor, cellular, oli minerali, e vegetali esausti, batteria, lastre di vetro e specchi, damigiane e grosse taniche, farmaci scaduti, pile esauste, lampade, vernici, solventi e coloranti, bomobolett, contenitori etichettati T o F, spray, detersivi, insetticidi, lampade al neon, toner e cartucce per stampanti, ferro alluminio, rifiuti da apparecchaiture elettriche ed elettroniche.

Al contrario l’isola presso la discarica di Relluce sarà attiva solo nelle mattine di martedì, giovedì e sabato.

 

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.594 volte, 1 oggi)