SPINETOLI – Fine del mondo e profezia Maya: c’è chi addirittura ha indicato una data: il 21 dicembre 2012. Intorno a questo tema si sono sviluppate innumerevoli congetture, che spesso scivolano, nel fantastico. A fare chiarezza e ordine su tale argomento, con una disquisizione ricca di spunti di approfondimento e alte riflessioni, sarà il professor Mario Polia, presidente del “Centro Studi Tradizioni Picene” ed insigne studioso di antropologia nonché grande conoscitore della cultura Maya. Venerdì 30 marzo lo studioso sarà ospite in due eventi organizzati dallo stesso “Centro Studi” e dalla Provincia dal titolo “Anno 2012: fine del mondo, invenzione o realtà?”.

Il primo incontro si terrà alle ore 17.30, presso la Sala della Comunità (cinema Margherita) a Cupra Marittima. Ad esso prenderanno parte, tra gli altri, l’assessore provinciale alla Cultura Andrea Maria Antonini, il sindaco Domenico D’Annibali, l’assessore alla Cultura di Cupra Luciano Bruni e il professor Vermiglio Ricci (presidente dell’ArcheoClub della località adriatica).

Il secondo appuntamento avrà luogo invece, alle ore 21, a Pagliare, nella Sala Paolo VI dell’Oratorio della parrocchia di S. Paolo, alla presenza dell’assessore Antonini, del sindaco Angelo Canala e del professor Quintino Lucianetti in qualità di vicepresidente Uteap  della sezione locale.

In entrambi gli incontri, si terrà la presentazione dell’opera “Apocalissi. La fine dei tempi nelle religioni” (Sugarco Edizioni), di cui Polia è coautore con Gianluca Marletta.

“Il professor Polia, con la sua straordinaria cultura ed esperienza decennale sul campo – spiega l’assessore Antonini –, ci permetterà di approfondire con nozioni, riferimenti antropologici e nozioni storiografiche contenuti e argomenti che spesso sono trattati con troppa semplicità e approssimazione”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 344 volte, 1 oggi)