ASCOLI PICENO – Caffè Meletti, ma non solo. Prosegue con successo il censimento dei negozi storici ascolani, di cui la città delle Cento torri è ricca. Esercizi commerciali aperti al pubblico, in attività da almeno quaranta anni, che costituiscono un’importante testimonianza storica e sociale per la comunità. Per il bando possono presentare domanda quegli esercizi commerciali che svolgono la stessa attività da almeno quarant’anni con la stessa tipologia di vendita o somministrazione nello stesso locale, nei quali si siano mantenute le caratteristiche originarie dell’attività. Occorre inoltre che il periodo di attività commerciale sia attestato dal Comune, dalla Camera di Commercio, da altri enti o associazioni pubbliche ovvero mediante produzione di idonea documentazione.

Tanti commercianti si sono rivolti finora oltre che agli uffici comunali anche alla Confcommercio per chiarimenti sulla compilazione dei moduli, assolutamente gratuiti, e per ogni altra informazione utile. “Gli uffici dello Sportello Unico delle Attività Produttive (Suap) – ricorda l’assessore alle Attività Produttive, Massimiliano Di Micco – sono a disposizione per informazioni e per gli appositi moduli che i proprietari ed i gestori dei locali devono presentare per poter  essere inseriti nell’elenco regionale dei locali storici”.

“Il riconoscimento è importante per la valenza sociale di queste attività commerciali sempre vicine alla comunità – sottolinea il sindaco Guido Castelli – e l’inserimento nell’elenco regionale, oltre ad attivare finanziamenti, permette una positiva valorizzazione e promozione di queste tipologie di attività, stante la necessità di assumere ogni azione atta a favorire e valorizzare lo sviluppo delle attività produttive locali”.

Il modello della domanda che scade il prossimo 7 aprile, può essere scaricato, unitamente alla normativa di riferimento, dal sito internet comunale all’indirizzo www.comune.ascolipiceno.it nella sezione “Bandi” alla voce “Altri bandi”. La domanda può essere presentata anche in via telematica attraverso la spedizione di tutta la documentazione, in formato PDF, recante firma elettronica, all’indirizzo comune.ascolipiceno@actaliscertymail.it.

Informazioni e chiarimenti possono essere richiesti al Servizio Attività Produttive, presso la sede in via Tornasacco 10, al numero telefonico 0736/298298 o attraverso posta elettronica all’indirizzo serv.commercio@comune.ascolipiceno.it.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 211 volte, 1 oggi)