ASCOLI PICENO – Saranno circa 300 i tifosi bianconeri presenti allo stadio ‘Braglia’ per assistere a Modena-Ascoli, valevole per la dodicesima giornata di ritorno. La massiccia carovana è frutto del ritrovato entusiasmo intorno alla squadra, dopo l’ottimo risultato arrivato una settimana fa contro il Pescara di Zeman, ma anche della crescita di una tifoseria, sempre più unita e compatta dopo mesi di divisioni interne. E tutto fa pensare che il tifo ascolano darà la marcia in più ai giocatori, considerato che i supporters di casa sono tutt’altro che numerosi.

Nessuno immaginava un Ascoli così lievitato a questo punto della stagione, specie dopo aver incontrato squadre di alta classifica nelle ultime giornate. E invece, Modena potrà essere il trampolino di lancio definitivo degli uomini di Silva. A proposito, 19 i convocati dal tecnico che partiranno proprio mentre stiamo scrivendo: assenti dell’ultim’ora Pederzoli (influenza) e Gerardi (botta al polpaccio), oltre a Vitiello, mentre hanno recuperato sia Soncin che Tomi. Rispetto agli undici vincenti contro gli abruzzesi, Silva probabilmente scegliera Falconieri come partner d’attacco di Papa Waigo, mentre è ballottaggio tra Ciofani e Andelkovic, specie dopo l’ottima prova dello sloveno sabato scorso.

“Sarà una partita difficile – spiega Silva prima di salire sul pullman -, dove dovremo mantenere alta la concentrazione, specie perché il caldo darà molto fastidio a entrambe le squadre”. Massima attenzione, dunque, specie dopo i complimenti arrivati per il 3-0 col Pescara: “L’entusiasmo ci dovrà comunque essere, visti i tanti tifosi che ci seguiranno in Emilia, ma non bisogna distrarci”. Anche perché l’avversario ha comunque diverse frecce in faretra: “Il Modena è una squadra tosta fisicamente, oltre che con un attacco temibile, con Ardemagni e Di Gennaro, bravo ad agire sulla trequarti. In quel ruolo, comunque, abbiamo già affrontato Foggia con la Samp”. Poi, dopo aver detto che i tanti diffidati non influenzeranno sulla formazione, Silva afferma: “Romeo sta crescendo e anche Tomi sta facendo bene, ma so che può migliorare ancora molto. Se è l’Ascoli di Silva? Per certi aspetti sì, come il carattere, la voglia di non arrendersi e la crescita di alcuni singoli. E’ chiaro, però, che ho dovuto mettere da parte molte delle mie idee di gioco, essendo arrivato ad allenare con una situazione del tutto particolare”.

La gara del ‘Braglia’ (ore 15) sarà diretta da Di Paolo di Avezzano, mentre il match d’andata finì 1-0 in favore dei canarini. Bilancio in parità tra le sfide giocate in Emilia: quattro successi per parte (ultimo bianconeri il 2-1 di due anni fa con reti di Romeo e Bernacci) e due pareggi. Ultima annotazione: pensando al Modena viene in mente l’1-0 firmato Colacone che permise all’Ascoli di Giampaolo e… Silva, di agguantare i play off nella stagione 2004/2005.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 400 volte, 1 oggi)