ASCOLI PICENO – Un’iniziativa a metà strada tra il pellegrinaggio religioso e il turismo responsabile. Partirà il 25 aprile da Assisi la prima edizione del “Cammino Francescano della Marca”, che approderà dopo 8 giorni di percorso a piedi ad Ascoli Piceno il 2 maggio.

Uno degli obiettivi della marcia, promossa dalla Provincia in collaborazione con Arte Nomade e la Confraternita di San Iacopo di Compostella, è quello di riaprire l’antico sentiero di collegamento tra il versante Tirreno e Adriatico, passando in centri storici e luoghi di culto di grande fascino, percorrendo i tratturi delle transumanze appenniniche, in parte la via Lauretana e le vie francescane medievali.

In totale, il cammino si snoderà lungo un percorso di175 km, attraversando 2 regioni (Umbria e Marche), 4 province (Perugia, Macerata, Fermo e Ascoli Piceno) e ben 15 comuni (Assisi, Spello, Foligno, Serravalle di Chienti, Muccia, Pievebovigliana, Caldarola, Cessapalombo, San Ginesio, Sarnano, Amandola, Comunanza, Palmiano, Venarotta, Ascoli Piceno). Ad accogliere i pellegrini e i partecipanti anche le Amministrazioni comunali coinvolte nell’iniziativa, che per l’occasione apriranno musei e luoghi d’arte, offrendo servizi d’accoglienza (vitto e alloggio) e salutando i partecipanti lungo il tragitto.

“Si tratta di un’esperienza unica, da vivere in ogni istante – afferma l’assessore alla Cultura e Ambiente Andrea Maria Antonini –. Camminare, infatti, ha l’effetto di sollevarci dalle preoccupazioni di tutti i giorni, proiettandoci alla riscoperta dell’essenzialità della vita, a contatto con la storia, la civiltà, l’arte, la spiritualità. Lungo il tracciato immerso nella natura e lontani dalle principali strade asfaltate, sarà possibile incontrare monumenti, rovine antiche, testimonianze storiche. Un autentico viaggio a ritroso nella storia percorrendo lo stesso percorso di chi, nel passato, si è inoltrato lungo la medesima strada spinto per amore, per scontare una pena,  per lavoro, per transumanza, per paura, per fede”.

L’iniziativa rappresenta inoltre un’importante anteprima del Festival dell’Appennino, la cui seconda edizione prenderà il via a maggio con un programma ricco di novità e tantissimi nuovi appuntamenti.

Per gli interessati ad effettuare l’intero cammino o tappe parziali, si consiglia di consultare il sito www.festivaldellappennino.it o di scrivere all’indirizzo e-mail wendynomade@libero.it.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 333 volte, 1 oggi)