ASCOLI PICENO – Venerdì 13 aprile alle 16 presso la “Sala della Ragione” del Palazzo dei Capitani si terrà il prossimo consiglio comunale. Una seduta che si preannuncia lunga e densa di argomenti: all’ordine del giorno vi sono infatti 26 punti. Si partirà dalla risposta alle interrogazioni presentate da diversi consiglieri in merito a: l’acquisto di un’autovettura Mercedes a uso della segreteria del sindaco, il recupero delle quote erogate ai medici di medicina generale di assistiti deceduti e trasferiti, l’abbattimento di numerose piante nel bosco concesso in affitto in località Piagge, la strada comunale di Vallesenzana, la nuova sede del sestiere di Porta Tufilla, gli orari delle biblioteche comunali, la rimozione dei rifiuti in via della Semina, il regolamento di polizia rurale.

Seguono le mozioni in merito a: il ricorso al Tar presentato dalla Italcogim Reti spa contro i provvedimenti inerenti la procedura di gara informale per l’affidamento del servizio pubblico di distribuzione del gas, l’organizzazione della rete scolastica, il trasferimento dei reperti del Tesoro dei Longobardi, la convenzione stipulata tra la Sovrintendenza e il Comune per l’esposizione dei reperti archeologici, i danni causati dalla caduta di un albero in via della Rimembranza, l’adesione alla campagna “L’Italia sono anch’io”.

Si discuterà quindi dell’istituzione della Family card, del sostegno scolastico, di welfare comunale, dell’istituzione di una giornata di celebrazione della caduta del muro di Berlino, del ritiro dell’emendamento sulla vendita dei beni confiscati alle mafie, del regolamento dell’Ente Quintana, della solidarietà al popolo armeno.

Si passerà poi alla discussione dei seguenti argomenti: ordine del giorno relativo alla manovra finanziaria avente per oggetto “misure urgenti in materia di stabilizzazione finanziaria e di competitività economica”, la legittimità degli accertamenti amministrativi in tema di sosta sulle zone blu da parte degli ausiliari del traffico, l’adesione all’appello per sollecitare interventi di contrasto alla corruzione, il sostegno logistico adeguato al Tribunale di Ascoli.

Per finire, la seduta passerà all’esame i seguenti temi: l’attuazione del Polo scolastico provinciale, la campagna informativa sui danni dell’alcool e sicurezza stradale, il taglio di 4 corse effettuato da Trenitalia, il sostegno ai marò detenuti in India e la condanna del comportamento degli organizzatori della mostra fotografica “Ascoli città fascista”, titolo che, secondo Antonio Canzian e altri consiglieri di minoranza, “offende il sacrificio di tanti nostri concittadini e la storia della città di Ascoli Piceno”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 209 volte, 1 oggi)