PAGLIARE DEL TRONTO – Più di 3500 visitatori nel 2011. Un aumento di presenze, previsto per quest’anno, nell’ordine del 10%, considerato che attualmente sono già arrivate prenotazioni da Marche, Abruzzo e da una scuola di Napoli.  Questi i numeri de L’Oasi La Valle di Pagliare del Tronto,  polo ambientale più importante della vallata, che  è ora il fulcro di un nuovo progetto – ideato dalla Fondazione Fruit ADV, in collaborazione con il Comune di Spinetoli, l’associazione dei commercianti, PicenAmbiente SpA e il Bacino Imbrifero Montano del Tronto – estremamente innovativo e che farà del “Turismo Scolastico” una pietra miliare del territorio, meta ambita non solo per gli studenti della Provincia ma anche oltre.

Un’idea estremamente innovativa, con l’obiettivo “di consolidare lo sviluppo del nostro territorio – spiega il Sindaco di Spinetoli Angelo Canala che, proprio ieri mattina insieme a Emidio Mandozzi (Fondazione Fruit ADV), Giulio Ficcadenti (assessore al turismo e al commercio), Alessandro Luciani  (consigliere comunale) e Luigi Celani (commerciante), ha battezzato il nuovo progetto all’interno di una delle aule dell’Oasi dedicate ai laboratori – investendo risorse economiche importanti, mirate a valorizzare sempre di più l’aspetto ambientale e, allo stesso tempo, mantenere vive le tradizioni del nostro territorio. Il tutto mettendo a disposizione degli studenti 22 ettari attrezzati  per dare continuità al lavoro già svolto in questi anni. Fondamentale è stata la collaborazione, oramai consolidata, con la fondazione Fruit ADV, con l’assessorato al turismo e al commercio, e la sinergia con privati e associazioni del territorio”.

Un contesto anche fortemente educativo che annovera, tra le altre cose, aree esterne dedicate all’osservazione di animali domestici e specie di volatili tipici delle zone fluviali; oppure numerosi laboratori, molti dei quali inerenti alle tematiche ambientali. “Ma il progetto è soprattutto  lungimirante – così come lo ha definito Emidio Mandozzi della Fondazione Fruit ADV – Nonostante le condizioni difficili in cui versano gli enti locali, l’amministrazione comunale di Spinetoli ha saputo cogliere l’essenza di un proposito che sensibilizza privati ed associazioni a guardare l’Oasi La Valle come una grande risorsa del nostro territorio. La nostra Fondazione ha avuto l’idea, insieme all’associazione dei commercianti, di valorizzare quello che è un vero e proprio polmone ambientale, che ogni anno attrae più di 3000 studenti. Inserire il Comune di Spinetoli al centro di un progetto di valore nazionale – conclude Mandozzi – significa permettere a L’Oasi La Valle di entrare a far parte di un circuito fortemente strategico”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 424 volte, 1 oggi)