CASTEL DI LAMA Calcio come strumento di integrazione sociale e di fratellanza tra culture. Continua l’impegno dell’associazione culturale Babazuf e del coordinamento provinciale di Libera in favore dei diritti di cittadinanza degli immigrati. Dopo gli incontri e le feste multietniche che si sono svolte presso il circolo Arci Babazuf e al Palafolli di Ascoli Piceno con la partecipazione dell’attaccante senegalese dell’Ascoli calcio Papa Waigo (testimonial nazionale della campagna “l’Italia sono anch’io”), parte il primo torneo di calcio multietnico della provincia. Le partite saranno arbitrate dallo stesso Papa Waigo, che oltre ad essere un ottimo calciatore ha dimostrato un forte impegno per la causa di tutti gli immigrati.

“Riteniamo che oltre alle firme raccolte per sostenere la campagna, il gioco sia un fenomenale mezzo di aggregazione e allora cosa di meglio di un campo di calcio, un pallone e le “nazionali” delle principali comunità della zona?”, affermano gli organizzatori.

Di seguito il calendario delle partite:  domenica 15 aprile dalle 17 presso il campo della parrocchia di Santa Maria a Piattoni si disputeranno Italia-India, Senegal-Marocco e Angola-Macedonia. Il 22 aprile sempre dalle 17 Senegal-Angola, India-Marocco e Italia-Macedonia. Ultimo appuntamento il 29 aprile alla stessa ora con Angola-Marocco, Senegal-Italia e India-Macedonia

La finale si svolgerà tra le squadre che avranno totalizzato più punti domenica 6 maggio ad Ascoli Piceno presso il velodromo di Monticelli. Dopo la partita in programma una grande festa finale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 272 volte, 1 oggi)