ASCOLI PICENO – Durante la conferenza stampa di questa mattina tenuta dal partito democratico per presentare la conferenza provinciale sullo sviluppo economico in programma il 27 aprile e l”incontro di domani sabato 14 aprile sull’infrastrutturazione del piceno che si terrà a Monteprandone, sono stati anche resi noti alcuni dati relativi all’occupazione nella provincia di Ascoli. Ventiduemilatrecentocinquantatre, per la precisione, sono i disoccupati. Di questi dodici mila iscritti nel solo Ufficio per l’impiego di Ascoli.

“E’ inoltre sull’età che il dato è ancora più drammatico – spiega Emidio Mandozzi – perchè il 60% di questi dodici mila ha tra i 30 e i 50 anni, vale a dire che reppresenta la fascia più produttiva e che quindi dovrebbe già essere pienamente introdotta”.

Mandozzi critica aspramente la Regione Marche. “Sentiamo parlare di una regione al plurale, ma questo è vero fino a Civitanova. Le Marche di fatto si fermano li.   Di fronte a questi dati, la Regione dovrebbe dare massima priorità agli investimenti, senza i quali non c’è possibilità di sviluppo, nel sud delle Marche, invece sentiamo continuamente parlare di opere che riguardano Pesaro, Ancona e Macerata, come la quadrilatero, la terza corsia ferroviaria o il prolungamento dell’Ancona-Falconara, mentre da noi non si riesce a completare la Mezzina”.

Va anche ricordato come il progetto della Mezzina a quattro corsie, proposto dal Pd, venne bocciato in Provincia.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.327 volte, 1 oggi)