ASCOLI PICENO – La Regione Abruzzo e la Regione Marche, di concerto con le parti sociali, appositamente riunite a Pescara nella sede della Vicepresidenza della Regione Abruzzo – hanno sottoscritto un documento comune nel quale ricordano che “per l’Area industriale di rilevanza pluriregionale Abruzzo-Marche Val Vibrata-Val Tronto Piceno già nel 2008 è stato sottoscritto uno specifico Protocollo d’intesa di rilevanza nazionale presso il Ministero dello Sviluppo Economico”, ma “il Tavolo di Coordinamento nazionale previsto nel medesimo protocollo non è mai stato insediato e pertanto non si è dato seguito ad uno specifico Apq (Accordo di programma quadro) nazionale”.

Si chiede dunque un incontro urgente con il ministro allo Sviluppo economico, Corrado Passera. Per la Regione Abruzzo ha firmato il vicepresidente Alfredo Castiglione, per la Regione Marche l’assessore Antonio Canzian.

La Regione Abruzzo e la Regione Marche nel  2011, con apposite e identiche deliberazioni, hanno individuato i rispettivi territori (Vibrata-Tronto) “suscettibili delle condizioni per la definizione di situazione di crisi industriale complessa ai sensi e per gli effetti dell’art. 3 del Decreto Ministero Sviluppo Economico del 24/3/10”.

“Questo territorio vuol dimostrare di sapere cosa vuole e, soprattutto, di saper elaborare e collaborare, ora però abbiamo bisogno del sostegno nazionale data la valenza interregionale dell’area e quindi degli interventi” ha dichiarato l’Assessore Canzian.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 184 volte, 1 oggi)