ASCOLI PICENO – Per affrontare il Brescia di Calori, Silva conferma in toto l’undici vittorioso una settimana fa a Cittadella: complice il non recupero di Ciofani, ci sarà Andelkovic in difesa, mentre in mediana capitan Di Donato sarà in panchina insieme a Gerardi. Tra le rondinelle, El Kaddouri e Jonathas formeranno l’attacco, con l’ex Feczesin (8 gol in 17 presenze bianconere) e Piovaccari in panchina. In campo, invece, il figlio di Andrea Mandorlini, Matteo. Le due formazioni scendono in campo con la maglia-ricordo per Morosini: sul petto una sua foto e sulla schiena il suo nome col numero 25. Un applauso ha accompagnato l’annuncio dello speaker, mentre prima del calcio d’inizio tutti a centrocampo abbracciati per il minuto di silenzio.

ASCOLI (3-5-2): Guarna (cap.); Andelkovic, Peccarisi, Faisca; Scalise, Sbaffo (40′ st Ilari), Pederzoli, Parfait, Pasqualini; Papa Waigo (36′ st  Di Donato), Soncin (8′ st Gerardi). A disp: Maurantonio, Tomi, Giovannini, Falconieri. All: Silva

BRESCIA (3-5-1-1): Leali; Martinez (40′ st Feczesin), Caldirola, Zoboli; Zambelli, Mandorlini, Rossi, Vass (28′ st Martina), Daprelà;  El Kaddouri (19′ st Piovaccari), Jonathas. A disp: Dallamano, Demiao, Cordova. All: Calori

Arbitro: Velotto di Grosseto

Spettatori: 3.085 tra cui 1.139 abbonati

Ammoniti: Pederzoli, Zambelli, Peccarisi

Reti: Jonathas al 37′ pt, Soncin al 41′ pt, 13′ st Parfait, 22′ st Papa Waigo

PRIMO TEMPO

1′ Cominciata la gara.

5′ Sospiro di sollievo per i tifosi bianconeri: Papa Waigo, dopo un contrasto di gioco, sbatte il volto e richiede l’intervento del medico, ma, per fortuna, dopo qualche minuto torna in campo.

13′ Primo pericolo per l’Ascoli: Soncin, lanciato sulla fascia, mette in mezzo per Papa Waigo che, a pochi passi dalla porta non riesce a girarsi, col suo tacco non arrivato di poco a Parfait.

20′ Ancora Ascoli a concludere: è Papa Waigo che raccoglie un cross di Scalise per appoggiare a Parfait, il cui rasoterra è però debole. E’ il Picchio, per ora, a fare la gara.

24′ In curva sud, nel frattempo, cori contro Micolucci.

31′ Seppur senza aver creato tanti pericoli, l’Ascoli sta dimostrando ottima forma e molta concentrazione.

32′ Esposto in curva Rozzi anche uno striscione a supporto dei tifosi diffidati ‘Matteo Giorgio Pit non mollate’.

34′ Prima avanzata pericolosa del Brescia con El Kaddouri che sfonda sulla sinistra, mette al centro, ma Pasqualini anticipa e salva.

37′ BRESCIA IN VANTAGGIO: a segno Jonathas. Come spesso accade, chi crea meno poi colpisce. Al primo tiro in porta gli ospiti vanno in vantaggio: su calcio di punizione, la difesa bianconera si fa cogliere distratta e Jonathas infila Guarna di testa, con la palla che sbatte prima sul palo.

41′ PAREGGIO DELL’ASCOLI! IN GOL ANDREA SONCIN! Dopo appena quattro minuti, il Picchio porta il risultato in parità. A bucare Leali è Soncin, su punizione di Pederzoli, con un’azione fotocopia a quella del vantaggio di Cittadella. Per il ‘Cobra’ è il sesto gol in campionato.

45′ Prima dello scadere, ancora Ascoli all’attacco: è Soncin, tra i migliori, a mettere in mezzo dopo una fuga dalla destra, sulla respinta della difesa, però, Pederzoli mette fuori dalla lunga distanza. Un minuto dopo ancora Soncin in area si guadagna un gran corner.

45′ + 1′ Terminato il primo tempo.

SECONDO TEMPO

1′ Cominciato il secondo tempo. Nessun cambio nell’intervallo.

5′ Momenti intensi di nervosismo: Zambelli entra a piedi uniti su Andelkovic, l’arbitro lo ammonisce, ma nel frattempo Peccarisi si era scagliato sul capitano ospite con veemenza, beccandosi a sua volta il giallo.

7′ Ascoli con un altro passo rispetto all’avversario: è Sbaffo a saltare due avversari in dribbling, con Vass costretto all’ammonizione per fermarlo.

8′ Primo cambio nell’Ascoli: con sorpresa ad uscire è Soncin per fare spazio a Gerardi. Applausi del pubblico per l’autore del gol dell’1-1.

13′ VANTAGGIO DELL’ASCOLI! A SEGNO PARFAIT! Bianconeri meritatamente sull’2-1, con il centrocampista camerunense al tiro da fuori area, conclusione deviata forse da un difensore, spiazzando Leali. Secondo gol per Parfait, dopo il primo di una settimana fa.

22′ TRIS BIANCONERO: GOL DI PAPA WAIGO! Come ulteriore conferma della grande prestazione della squadra, che ha continuato ad attaccare nonostante il 2-1 e l’avversario, arriva la terza rete del Picchio, questa volta con il senegalese (13mo gol), su cross di Pasqualini. Ultima nota: stessi marcatori del match con il Cittadella.

26′ Prima occasione anche per Gerardi: dopo un uno-due con Papa Waigo, il n.32 calcia da fuori, ma il sinistro viene deviato da Leali.

29′ Come uno spettacolo nello spettacolo, è Parfait a guadagnarsi gli applausi dello stadio intero, dopo una bella azione personale sul fondo campo sinistro, ormai la sua zona preferita.

35′ Stremato e con qualche acciacco fisico, finisce tra gli applausi la gara di Papa Waigo: al suo posto Daniele Di Donato.

37′ Bella azione personale di Sbaffo, ma il sinistro dal limite è centrale.

45′ Cinque i minuti di recupero

45′ +5′: E’ finita! Ascoli batte Brescia 3-1 e guadagna 3 punti meritati, vitali per la lotta salvezza. Dopo il vantaggio di Jonathas, l’Ascoli rimonta prima con Soncin, quindi, nella ripresa con Parfait (tiro deviato) e Papa Waigo.

Ripetendo la grande prova di Cittadella, l’Ascoli di Silva conquista la terza vittoria consecutiva, ma stavolta contro una concorrente ai play off e squadra temibile come il Brescia di Calori. Gli stessi marcatori di una settimana decidono un match comandato dai bianconeri, dall’inizio alla fine, con diverse occasioni da gol, senza subire mai gli avanti ospiti. Migliori in campo Soncin (fino al cambio), Parfait e Peccarisi.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.076 volte, 1 oggi)