ASCOLI  PICENO – Il primo ad arrivare in sala stampa è il tecnico del Brescia Alessandro  Calori. “Deluso no, dispiaciuto. Abbiamo iniziato bene la partita, anche come approccio. Abbiamo pure trovato il gol del vantaggio. Poi il loro pari ma soprattutto il gol del 2-1 ci ha tagliato le gambe. Abbiamo ‘tirato’ tanto in questo periodo, ci poteva stare un calo, dovevamo far ripostare qualcuno ma i cambi apportati non hanno dato i propri frutti. L’Ascoli ha fatto una buona partita. Noi non possiamo più sbagliare niente per la rincorsa ai playoff. Oggi era in campo una squadra giovane che ha forse subito mentalmente la pressione di dover stare a certi livelli di classifica. Voglio gente che creda ai play-off, dobbiamo continuare la grande cavalcata che ha fatto. Devo rivedere i gol ma non mi sento di dare la colpa a Leali. Oggi abbiamo commesso molti errori soprattutto in difesa”.
E’ la volta di Andrea Soncin, che chiarisce subtio il motivo dell’uscita: “Avevo un problema muscolare, spero niente di grave, già nel primo tempo mi dava fastidio  ma nel secondo tempo sono rientrato, daccordo con il medico. Per quello che riguarda la gara, all’inizio il Brescia faceva molto possesso palla, concedendo però anche molti spazi sulla fascia sinistra che noi siamo stati bravi a sfruttare. Però non meritavamo di andare in andare in svantaggio. Il Brescia ha ottimi giocatori ma l’Ascoli di quest’ultimo periodo può vincere con tutti. Il momento positivo mio coincide con quello di tutta la squadra. Ora entriamo nel momento caldo del campionato, speriamo di coronare questo sogno che fino a poco fa sembrava impossibile da realizzare. Non abbiamo mai fatto calcoli, e non li faremo. Abbiamo tre partite in casa, con l’aituo del nostro pubblico in casa riusciremo a fare bene. L’intesa con Papa Waigo va sempre meglio. Sto raccogliendo con i gol il frutto anche di periodi in cui non ho segnato  ma credo di aver ugualmente dato un importante contributo.

Arriva anche il mister Massimo Silva, visibilmente soddisfatto per questi tre punti. “Nel primo tempo ero un po’ preoccupato perchè loro giocavano a ritmo alto e con qualità. Fortuna che il nostro pareggio è arrivato subito. Loro sono calati un po’ quindi a livello psico-fisico poi eravamo messi meglio. Nelle ultime partite abbiamo raccolto punti importanti, ora arriva  un  momento delicato, speriamo di essere al meglio perchè abbiamo qualche acciacco e qualche squalifica. Il Brescia è partito bene poi per fortuna è sceso. Dalla mia gestione è arrivato il primo gol subìto su calcio piazzato ma prima o poi doveva succedere. Hanno segnato gli stessi tre della settimana scorsa e oltre ai punti stanno arrivando anche i gol. Parfait ha fatto una grande partita; non mi piace fare i nomi dei singoli, però quelli che di sono vengono meno nominati oggi meritano un plauso particolare: mi riferisco soprattutto a Scalise e Gerardi. Col Brescia, all’andata, è iniziata la nostra scalata. Evidentemente mi porta bene, visto che anche da giocatore segnai il mio primo gol con la maglia dell’Ascoli proprio alle rondinelle”.

Uno dei migliori in campo, ormai da qualche giornata a questa parte, è Louis Parfait, instancabile motore del centrocampo, che ha una dedica particolare per questo suo secondo gol: “Dedico il gol a Morosini. Anche perchè sabato scorso dopo aver fatto il primo gol in campionato ho saputo la brutta notizia.
Mi rendo conto che in questo periodo sto facendo bene, sono in forma. Forse è anche la mia stagione migliore in carriera. Anche se in settimana a volte non sto bene e non sempre riesco ad allenarmi regolarmente, però poi riesco a recuperare. Della partita mi è piaciuta la reazione che abbiamo avuto dopo aver preso il gol. Tre punti sono fondamentali anche perchè alcune squadre che lottano con noi hanno perso”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 425 volte, 1 oggi)