PAGLIARE  : Peroni,cafini, Verdecchia, Sciamanna, pulcini,  Alijevic, di Lorenzo, Chiappini,  De Luca, Crocetti, Langiotti

All. Vagnoni

POTENZA PICENA : Natali, Roccheggiani, Pigliacampo, Trobbiani T, Girotti, Liberti, Trobbiani C, Santoni, Dell’Aquila, Verdolini, Lovascio

All Santoni

 

Arbitro  Gasperini (Pesaro)

 

SPINETOLI– primo tempo che inizia con il Pagliare ancora amareggiato per la partita persa di sabato scorso e si vede, infatti, chiudono il Potenza Picena senza lasciare respirare l’ affaticata  difesa in maglia nera.

La prima delle tantissime conclusioni da parete dei padroni di casa, è una potentissima conclusione di Di Lorenzo, che pero è sfortunato sulla deviazione di Trobbiani.

Al 14′ è proprio colui che aveva deluso sabato passato a sbloccare la partita, infatti, dopo una torre ben fatta da Alijevic, Pulcini che ben appostato al limite dell’area piccola di potenza buca le mani a Natali, che forse avrebbe potuto opporsi con i pugni.

I padroni di casa in maglia biancorossa, sbloccano la gara ma hanno ancora fame e si vede, infatti continuano senza sosta e con tanta qualità ad attaccare in tantissime occasioni senza però trovare l’ultimo tocco, le azioni più pericolose sono state al 33’ con Crocetti che scatenato, difende palla da due uomini, si accentra girandosi e spara di poco a lato.

Al 44’ ancora un bellissimo cross di Crocetti che mette un traversone tagliente in area di rigore dove è ben posizionato Langiotti che si tuffa di testa, aggancia il pallone e da 1 metro spara alto tra lo stupore del pubblico e dei compagni di squadra.

Nel secondo tempo il tecnico del Potenza Picena  cerca di dare una scossa alla squadra inserendo due nuovi esterni, ma non basta, infatti il Pagliare riparte subito aggressivo, mordendo le caviglie agli avversari, che iniziano ad innervosirsi tirando calcioni, presi dal nervosismo e dalla frustrazione. Tanto Pagliare Calcio, infatti al 55’ dopo un lancio lungo di Pulcini, la combinano grossa Natali e Girotti, andando a sbattere insieme, non riuscendo a spazzare il pallone, Crocetti era li, ed è freddo a trovare De Luca al centro dell’area di rigore, che prima stoppa, poi si gira e conclude a porta spalancata.

E’ questo l’episodio che chiude la partita, se mai ci sia stata.

Il Pagliare allo scadere viene avvisata della clamorosa sconfitta della Folgore Falerone a Ripatransone per 4 a 2, questo vuol dire la promozione in eccellenza per gli uomini di mister Vagnoni, infatti al triplice fischio si scatena la festa, improvvisata, dei ragazzi e dei dirigenti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 586 volte, 1 oggi)