ASCOLI PICENO – Prima ballerina in Carmen, al Teatro Ventidio Basso sabato 21 maggio, e in Cassandra, entrambi diretti dal regista e suo attuale fidanzato Luciano Cannito, prima ballerina in Buona Domenica e Amici di Maria De Filippi, diretti dall’ex marito Roberto Cenci, Rossella Brescia racconta a Piceno Oggi la sua verità sul mondo della danza.

Le sue curve sono mai state un problema nell’ambito della danza?

Il seno si può fasciare e comunque all’inizio forse poteva essere un problema ma poi crescendo ci si abitua e non lo è più.

La ricerca della perfezione non solo nei movimenti ma anche nel fisico, tipica della danza classica, può essere causa di disturbi alimentari, frequenti soprattutto fra le più giovani?

La danza classica sicuramente richiede un corpo esile che si ottiene però tramite un costante allenamento e una dieta equilibrata: non è certamente questo che porta all’anoressia. Credo che i disturbi alimentari siano malattie che colpiscono persone con alla base problematiche particolari e quindi indipendentemente dal lavoro che fanno.

Cosa pensa, dunque, delle recenti dichiarazioni di Mariafrancesca Garritano, l’ormai ex etoile licenziata dal Teatro della Scala per aver dichiarato che una ballerina su cinque soffre di anoressia?

Sono rimasta un po’ così nel leggere simili affermazioni; non le ritengo vere e mi ha lasciato perplessa il fatto che siano venute fuori in concomitanza con l’uscita del suo libro. Non è vero che le ballerine non mangiano anche perché danzare richiede molte energie per cui le assicuro che è impossibile non nutrirsi dopo l’esibizione.

Nella sua carriera professionale non solo danza ma anche televisione e radio. Qual è l’ambito che preferisce?

Mi piace cimentarmi un po’ in tutto ciò che è lo spettacolo; ho la curiosità e la voglia di imparare cose nuove per cui onestamente non saprei scegliere fra una cosa e l’altra.

Sarebbe disposta a sacrificarla per avere un figlio, avendo da poco dichiarato di desiderarlo fortemente?

Un figlio non è una malattia per cui credo si possano tranquillamente conciliare entrambe le cose.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.631 volte, 1 oggi)