Per guardare il video cliccare in basso a destra.

AGGIORNAMENTO ORE 19

ASCOLI PICENO – Seguirà anche questa sera, in entrambe le Province di Ascoli e Fermo, il controllo della Guardia di Finanza, avviato dalla mattinata del 27 aprile. Ad ogni modo l’operazione “Piano Coordinato di Controllo Economico del Territorio” ha visto l’esecuzione di 112 controlli con il ravviso di 25 violazioni per “mancata o irregolare emissione di documenti fiscali”.

Per la precisione, nella Provincia di Ascoli sono stati eseguiti 86 controlli e soltanto 9 sono state le violazioni, mentre nel Fermano a fronte di 26 controlli le violazioni sono state ben 16.

Sempre nel Fermano, rivelate anche due irregolarità in materia di abbonamento del canone Rai presso altrettanti esercizi commerciali, sono tuttora al vaglio dei militari le posizioni relative ad alcuni lavoratori, impiegati, verosimilmente “in nero”, presso imprese locali. Sia i soggetti controllati che coloro a cui sono state contestate irregolarità di varia natura risultano riconducibili alle molteplici categorie di esercenti che compongono il tessuto economico-commerciale del territorio piceno e fermano.

“Tali irregolarità vanno ad aggiungersi alle 230 violazioni in materia di scontrini e ricevute fiscali già individuate dalla Guardia di Finanza – sul territorio di entrambe le intere province di Ascoli Piceno (dove fino ad ora le violazioni sono state 166) e di Fermo (64 violazioni) – nei primi 110 giorni dell’anno” si legge nella nota della Guardia di Finanza.

L’operazione ha visto anche il contrasto all’abusivismo e alla vendita di prodotti contraffatti:    nella sola prima parte della giornata di venerdì sono stati eseguiti diversi interventi, che hanno portato al sequestro di 230 “pezzi” ed alla denuncia di due persone extracomunitarie; le merci sequestrate appartengono a diverse categorie merceologiche, tra le quali i “classici” Dvd e Cd; anche in questo caso, tali risultati vanno ad aggiungersi ai sequestri di ulteriori 6.600 “pezzi” contraffatti – ovvero pericolosi per l’incolumità dei consumatori – ed alla denuncia di sei soggetti, già effettuati dalle Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Ascoli Piceno nei primi 110 giorni del 2012 sul territorio di entrambe le province di Ascoli Piceno (ben 6.200 articoli) e di Fermo (400 “pezzi”).

 

di seguito l’articolo pubblicato in giornata 

ASCOLI PICENO – E’ iniziato questa mattina presto ed è tuttora in corso un vasto “Piano Coordinato di Controllo Economico del Territorio “ che interessa diverse aree delle città di Ascoli Piceno e di Fermo e relativi hinterland e che vede impegnati oltre centro militari della compagnia del comando provinciale della Guardia di Finanza.

Oltre ad alcune pattuglie in divisa impegnate a contrastare gli illeciti fenomeni dell’abusivismo commerciale e della minuta vendita di merci contraffatte, sono impegnati sul territorio numerosi agenti “in borghese” nel controllo della regolare emissione di scontrini e ricevute fiscali da parte di una molteplicità di esercenti, appartenenti alle diverse categorie che caratterizzano il variegato panorama economico delle città di Ascoli Piceno e di Fermo,

In particolare, per quello che riguarda l’ascolano, maggiormente interessati dall’operazione delle Fiamme Gialle sono quelli del centro storico, corso Trento e Trieste, via Pretoriana, viale Marconi, viale Indipendenza, via Kennedy, via Montenero, via Federici, via Pasubio, via Faiano, via Bengasi, via Montegranaro, viale Treviri, via Oberdan, via Napoli, via Piceno Aprutina, via III Ottobre, via Spalvieri, piazza Immacolata, via Orlando, via Recanati, Centro commerciale “Oasi”, Centro commerciale “Città delle Stelle”, Campo Parignano, Porta Cappuccina, quartiere Monticelli, località Brecciarolo, località Poggio di Bretta, zona artigianale Castagneti, Marino del Tronto e Mozzano.

La “mappatura del territorio” e le correlate “analisi di rischio” sono infatti oramai divenute usuali strumenti di cui si avvalgono i Reparti del Corpo al fine di meglio “mirare” ben più approfondite attività ispettive o di indagine (anche di polizia giudiziaria) verso i soggetti nei cui confronti emergono significativi indizi di comportamenti illeciti e di “infedeltà fiscale”.

 

Alcuni risultati dei controlli odierni saranno resi noti in serata

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.695 volte, 1 oggi)