ASCOLI PICENO – Le colonne bianconere ci sono. Può passare una vigilia tranquilla mister Massimo Silva che, dopo l’allenamento di ieri e la rifinitura di questa mattina, ha avuto la conferma di poter contare sia su Peccarisi che su Papa Waigo per il match di domani (ore 15, arbitra Merchiori di Ferrara) tra l’Ascoli e il Livorno di Madonna. I due giocatori, infatti, avevano saltato qualche seduta settimanale con la squadra, preoccupando un pò staff e tifosi. Fino a questa mattina, con l’uscita della lista dei 19 convocati, quando la loro assenza contro i toscani è stata una volta per tutte smentita. Una bella notizia, dato l’apporto che i due stanno donando alla squadra, in termini di prestazioni e di gol.

Non ci saranno, invece, tre centrocampisti centrali che, curiosità, sono uno l’alter ego dell’altro. Mancano, infatti, sia Pederzoli, per squalifica, che Ilari e Vitiello, entrambi per infortunio. Mancherà, dunque, l’alternativa in mediana per la panchina, anche se, come già fatto vedere in diverse uscite, il tecnico ascolano potrà inserire uno tra Pasqualini e Tomi nel reparto di centrocampo. Per il resto, quasi del tutto confermato l’undici che ha sconfitto Cittadella e Brescia: l’unica eccezione è l’impiego di Di Donato al posto di Pederzoli e quello probabile, ma ancora incerto, di Ciofani in quello di Andelkovic. In tribuna, uno tra Romeo e Montalto. Anche Madonna porterà con sè 19 uomini, tra cui gli ex Bernacci e Belingheri. Squalificato l’altro giocatore dal trascorso sotto le Cento Torri, Andrea Luci, così come il difensore Knezevic. In attacco la coppia Paulinho-Dionisi, quest’ultimo in rete nella sconfitta interna per 1-2 subita dal Cittadella.

Con una vittoria, l’Ascoli centrerebbe un inedito poker di successi e distacchebbe in classifica, oltre alle altre inseguitrici, gli stessi labronici, che, però, devono recuperare parte della gara di Pescara, sospesa per la scomparsa di Piermario Morosini. All’andata finì 1-o per i bianconeri, con rete di Papa Waigo al 90′ su assist di Falconieri.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 161 volte, 1 oggi)