ASCOLI PICENO – Si sta svolgendo in queste ore, da Viale Vellei a Piazza del Popolo ad Ascoli, una marcia pacifica  per ricordare le violenze fasciste del passato e per denunciare quelle che ancora persistono nel presente. A promuoverla sono i ragazzi de La Fenice, l’associazione studentesca di Ascoli Piceno. Nella marcia sfileranno i nomi di coloro che, un tempo, hanno dato la vita per resistere alla violenza fisica ed ideologica del Fascismo e volti di chi, oggi, non vuole dimenticare ciò che è accaduto, né tanto meno ignorare le minacce e i soprusi che ancora qualcuno si trova a subire, in particolare ad Ascoli.

“A questo proposito non si può non citare un episodio verificatosi recentemente nella nostra città – scrive l’associazione in una nota –  il 9 aprile scorso alle ore 23:30, due ragazze nel bar “Backstage” sono state minacciate e percosse da alcuni fascisti. Il tutto è iniziato all’incirca tre settimane fa quando le sopracitate ragazze hanno stampato degli adesivi satirici che riprendevano ironicamente il logo di Casa Pound modificandolo in “Casa Gnao”.

“Si tratta, dunque – conclude la nota – di un armonico amalgamarsi di passato e presente, uniti dal medesimo collante: la sete di Libertà intesa in tutte le sue forme: culturale, ideologica, politica, di espressione”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 402 volte, 1 oggi)