ASCOLI PICENO – Tutto sembra scorrere nel verso giusto per l’ottava edizione di Fritto Misto, il grande evento dedicato ai migliori fritti italiani ed internazionali, ospitato a Piazza Arringo dal 25 aprile al 1° maggio. Dall’inizio della kermesse al 30 aprile sarebbero circa 40mila le presenze stimate nelle Cento torri, complici il tempo mite e i due ponti tra la Liberazione e la Festa dei Lavoratori.

E in effetti basta fare un giro in centro per rendersi conto dei turisti che contemplano le bellezze del travertino, scattano foto alla città o affollano il Palafritto. “L’afflusso è stato superiore alle previsioni – commenta il patron della manifestazione Stefano Greco – e certamente superiore rispetto all’anno scorso, quando la durata dell’evento era minore e fummo penalizzati dalla pioggia. Quest’anno invece il bilancio appare molto positivo e speriamo che domani (1° maggio ndr) il tempo ci assista”.

Gli stand più gettonati sono stati finora quelli della Sicilia (arancini, cannoli, panelle), della Puglia (panzerotti e crocchette di patate), dell’Emilia (gnocchi fritti), ma vanno per la maggiore anche le novità esotiche, come la tempura giapponese, le specialità greche o i tacos messicani.

Funziona anche la “formula enogastronomia-cultura”, che consente ai possessori del ticket del Palafritto uno sconto speciale sull’ingresso al Forte Malatesta, al Museo dell’Arte Ceramica, e alla Galleria d’Arte Contemporanea Osvaldo Licini, mentre, in concomitanza all’evento, dal 29 aprile al 1° maggio si svolge CeramicAscoli, che porta in Piazza del Popolo numerosi ceramisti italiani. “Molte persone notano la promozione per i musei contenuta nel ticket e ci chiedono informazioni sull’ubicazione delle mostre – continua Greco – Per il prossimo anno cercheremo di inserire un orario continuato nei musei, così da consentire, almeno nei week end, una maggiore fruizione delle mostre anche nelle ore serali”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 832 volte, 1 oggi)