ASCOLI PICENO – Con quattro partite ancora da giocare, il destino dell’Ascoli di Silva potrebbe decidersi buona parte domani: al ‘Del Duca’ (ore 15, arbitra Giacomelli di Trieste) arriva l’Empoli di Alfredo Aglietti, a quattro punti dai bianconeri, ma con una gara da recuperare così come il Livorno. Silva lo ha fatto capire: una vittoria contro i toscani vorrebbe dire avvicinarsi e di molto alla salvezza, un sogno che tutti i tifosi vorrebbero vedere realizzato prima possibile.

Reduce dall’opaco, ma ugualmente prezioso, pareggio al ‘San Nicola‘ di Bari, i bianconeri godono di un’ottimo stato di forma. Lo dicono i numeri: quattro vittorie e un pareggio, nove gol fatti e appena due subiti nelle ultime cinque gare lanciano Di Donato e compagni verso uno sprint finale ricco di speranze. Dal canto suo, i toscani arrivano nelle Marche dopo la vittoria in rimonta sul Gubbio (2-1) e il pareggio a reti bianche contro il Verona di Mandorlini. Tuttavia, Silva potrà ripuntare sul cavallo pregiato della scuderia di Corso Vittorio Emanuele: quel Papa Waigo autore di 13 gol finora e tenuto a riposo martedì scorso contro il Bari. Nonostante qualche fastidio alla caviglia, il senegalese tornerà titolare, con al suo fianco ancora Andrea Soncin. Unico dubbio a centrocampo per il tecnico lombardo: uno tra Pederzoli, Parfait e Sbaffo, quest’ultimo al rientro dalla squalifica, siederà in panchina. Probabilmente il mister, per ragioni di freschezza atletica, sacrificherà il capitano, viste le due gare ravvicinate disputate completamente e l’età non più da ragazzino. Detto pure di Pasqualini per Tomi, in difesa tornerà anche Ciofani, accanto a Peccarisi e Faisca, anch’esso ‘risparmiato’ contro i pugliesi.

Aglietti, dal canto suo, schiererà Saponara trequartista dietro alla coppia Maccarone-Tavano. Destinato alla panchina, invece, Marco Gorzegno, terzino che nella scorsa estate fu ad un passo dal vestire bianconero, e che scelse poi, visto il titubare della società, di tornare a vestire l’azzurro. Nella sfida d’andata, la gara fini 3-2 per i toscani: in vantaggio per 3-0 già al 23′ furono inutili le reti di Papa Waigo e Beretta nel finale.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 268 volte, 1 oggi)