ASCOLI PICENO – dal settimanale Piceno Oggi del 23 aprile 2012

Conosciuto anche dal pubblico televisivo per essere spesso ospite dei programmi  Rai condotti da Massimiliano Ossini ‘Linea Verde’ e ‘Cose dell’altro Geo’, il nutrizionista ascolano Mauro Mario Mariani, vive il proprio lavoro come una vera e propria missione: insegnare ai cittadini le regole per una corretta alimentazione e un sano stile di vita. Mariani, medico chirurgo, per la precisione è “angiologo”, ha studiato cioè l’anatomia e le patologie che colpiscono i vasi sanguigni e quelli linfatici.

“Facendo questa professione ho capito l’importanza dell’alimentazione e del corretto stile di vita per la prevenzione delle malattie degenerative e da angiologo sono diventato “mangiologo” giá quando ero a Cagliari, negli anni ’90, dove mi sono poi specializzato”.

Qual’ è la ricetta per il vivere sano?

La dieta mediterranea è la più potente medicina contro le malattie degenerative. Il medico statunitense Keys nel suo lavoro sulle “sette nazioni” la valutò come la dieta migliore, e addirittura l”Oms, Organizzazione Mondiale della Sanità, la promuove da 25 anni e nel 2010 l’Unesco l’ha dichiarata patrimonio dell’umanità.

In pochi sanno tutto questo.

Se chiedete ad un italiano di elencare cinque cibi della dieta mediterranea non ti sa rispondere. Perché bisogna chiarire: per dieta mediterranea si intende quella dei nostri avi, di quando eravamo più poveri; quella l’originale. Oltre a frutta e verdura, questa comprende soprattutto legumi, cerali non raffinati e pesce. La carne rossa ad esempio non c’è.

Molte parti d’Italia , tra cui il Piceno, si distinguono per longevità.

E ti dirò di più. Come in un gioco di scatole nel mondo occidentale l’Europa è la parte più longeva, al suo interno c’è l’Italia, poi le Marche e quindi il Piceno. Pensi che il comune di Comunanza ha piú di 50 abitanti sopra i 95 anni, molti sono ultracentenari. L’aria buona, il fatto di vivere in montagna, consumare cibi stagionali e avere uno stile di vita corretto è il segreto della longevità.

Adesso lei sta realizzando “Ascolinlinea”, un progetto di educazione alimentare per i bambini delle scuole cittadine.

E’ un mio sogno che si è realizzato. Il Progetto, esclusvo su tutto il territorio nazionale, é nato per volontà del Sindaco di Ascoli Guido Castelli e degli Assessorati alle Politiche Educative e allo Sport, nelle vesti degli Assessori Brugni e Cameli e grazie alla  collaborazione dei medici della medicina dello sport guidati dal Dott.Serafino Salvi sono state svolte visite accurate che hanno avuto l’obiettivo di monitorizzare  i ragazzi delle quinte elementari della città. Poi abbiamo sottoposto un questionario ai genitori sulle abitudini dei ragazzi. Il mio ruolo é stato quello di incontrare i genitori di ogni singola scuola con dei seminari sulla corretta alimentazione che si sono rilevati importanti momenti di confronto. Ora ci sarà la fase finale di valutazione dei dati ottenuti durante la quale daremo delle indicazioni molto pratiche. Appuntamento per tutti venerdi 11 maggio per la festa finale a piazza sella verdura (chiostro di San Francesco). E’ importante educare i bambini ad una corretta alimentazione perché purtroppo sono le fasce più giovani di popolazione le più esposte ad una pessima alimentazione, a causa delle merendine, dei mc donald’s, dei kebab e delle bibite gassate. A tal proposito spero che passi la proposta di legge di tassare le bibite.

Negli Stati Uniti c’è sempre più obesità giovanile.

Da loro abbiamo ripreso solo le cose negative, come appunto le cattive abitudini alimentari. Quindi anche in Italia l’allarme c’è. Purtroppo la previsione è che la generazione dei cinquantenni di oggi vivrà più a lungo dei loro figli.

Qualche vizio ai ragazzi però bisognerà pure concederglielo.

La cioccolata fondente può essere mangiata anche tutti i giorni nelle giuste dosi; ad esempio quella al 70% si può fondere e spalmare sul pane, anziché la Nutella che contiene oltre il 30% di grassi saturi.

A livello televisivo continuerà la collaborazione con Massimiliano Ossini?

Collaboro da sei anni con la Rai. Il primo ad invitarmi fu Bruno Vespa a Porta a Porta. Poi con Ossini , che è un ascolano adottato, è nata questa lunga e fitta collaborazione durante la quale mi sono fatto “fruttivendolo”, cioè promotore soprattutto del consumo della frutta fresca stagionale, abbiamo diversi progetti per il futuro che presto sveleremo”.

Per concludere: un’altra grande passione è l’Ascoli Calcio.

E’ una passione di famiglia, che ci ha trasmesso nostro padre Mario. Fece il gruppo ‘Clan Mariani’. Questa passione rimane viva a casa Mariani e ancora oggi vado allo stadio con la bandiera e porto con me i miei figli.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.042 volte, 1 oggi)