ASCOLI PICENO – Dopo la candidatura di Ascoli a Città europea dello Sport 2014, arrivano anche le polemiche per lo stato di manutenzione di alcune palestre cittadine, una su tutte il PalaBasket di via Spalvieri, ex Polivalente. Francesco Petrelli dell’Udc, con una nota pubblicata su Facebook, mostra la foto di un secchio sistemato nel parquet per raccogliere l’acqua piovana che filtra dal tetto.

“Perchè – scrive Petrelli – il sindaco Castelli e l’assessore Brugni non si sono recati con i membri della commissione a fare un sopralluogo anche presso il PalaBasket di Via Spalvieri? Perché non gli hanno fatto visitare il nuovo parquet di gioco ormai rovinato dagli ormai sempre più frequenti allagamenti? Perché non gli hanno fatto visitare i bagni, gli spogliatoi, l’esterno, gli spalti? Castelli e Brugni erano troppo occupati a pavoneggiarsi presso quei pochi e piccoli (sicuramente per una cittadina di 60 mila abitanti senza un vero e proprio Palasport) impianti tirati a lucido per l’occasione?”

A quanto pare  il problema è piuttosto annoso e la questione è stata sollevata diverse volte, senza tuttavia essere mai stata risolta. Anche nel nostro giornale se ne è parlato di recente in occasione di un match casalingo della Cestistica AP (http://www.picenooggi.it/2011/11/28/6363/cestistica-ap-nuova-sconfitta-e-un-palabasket-che-sgocciola/).

L’assessore allo sport Brugni, replicando a Petrelli sempre tramite facebook, ha spiegato che “l’attuale amministrazione ha messo in campo il progetto fotovoltaico che già ha visto la sistemazione di cinque impianti, i prossimi saranno il Palabasket e la Forlini”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 344 volte, 1 oggi)