ASCOLI PICENO – Cinque punti di sosta, in pratica cinque stazioni dove poter noleggiare la propria bici e poi parcheggiarla. L’obiettivo del progetto è quello di migliorare la qualità dell’ambiente  e quindi la vivibilità cittadina incentivando uno stile di vita ecologico e salutare. Un modo per stimolare i cittadini a scegliere mezzi alternativi alle auto per i propri spostamenti in città. Con Bike Sharing (condivisione della bicicletta)  è infatti possibile utilizzare le cinque stazioni che sono posizionate in città per noleggiare e parcheggiare le bici messe a disposizione, servendosi di una scheda elettromagnetica.

Il progetto si colloca all’interno delle iniziative di Energy Days Ascoli, la mostra-convegno sulle energie rinnovabili,
risparmio energetico, bioedilizia e mobilità sostenibile che si sta tenendo in questi giorni. La prima stazione di Bike Sharing è stata allestita a Piazza Roma (vedi tutte le foto) è verrà presentata questo pomeriggio dal sindaco Guido Castelli. “Si tratta di un sistema di mobilità alternativa che vuole integrare il servizio di trasporto pubblico per favorire un miglioramento della qualità della vita nei centri urbani”, ha detto il primo cittadino parlando del progetto. Con il Bike Sharing, è possibile, ad esempio, una volta scesi da un bus o aver parcheggiato la propria auto in un comodo parcheggio fuori dal centro storico, noleggiare la bici in una stazione, muoversi per il centro storico e parcheggiarla in un’altra stazione predisposta.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.004 volte, 1 oggi)