ASCOLI PICENO – Nel recupero della 35ma giornata, interrotta per la morte in campo di Piermario Morosini, il Livorno batte 2-0 il Pescara e sale a 42 punti in classifica, ad una sola lunghezza da Ascoli ed Empoli. Allo stadio ‘Adriatico’, gli amaranto mantengono il punteggio bloccato al 30′ del match dello scorso 14 aprile , contenendo gli attacchi veementi ma sterili degli uomini di Zeman, i quali, visto anche il successo contemporaneo del Torino sul Sassuolo (3-0) nell’altro recupero di questa sera, perdono anche la testa della classifica.

Ma ciò che più importa ai tifosi bianconeri è che con questi tre punti il Livorno torna prepotentemente in lotta per la salvezza, tallonando le dirette rivali Ascoli ed Empoli, appena un gradino sopra. Quanto mai fondamentale, dunque, sarebbe un successo domenica pomeriggio al ‘Del Duca’, quando gli uomini di Silva avranno di fronte un Crotone già salvo. Tuttavia, anche il Livorno avrà un avversario senza obiettivi: il Brescia di Calori che nell’ultimo turno ha dovuto abbandonare ogni speranza play off. Per festeggiare la salvezza matematica, il Picchio dovrà battere i calabresi e sperare in un mancato successo degli uomini di Perotti.

Questa la classifica della serie Bwin a due partite dalla conclusione.

Torino 79, Pescara 77, Sassuolo e H. Verona 74, Varese 68, Sampdoria 67, Padova 63, Brescia 57, Reggina 56, Juve Stabia 54, Modena 51, Crotone 49, Cittadella e Grosseto 48, Bari 47, Empoli e Ascoli 43, Livorno 42, Vicenza 38, Nocerina 37, Gubbio 32, Albinoleffe 26.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 474 volte, 1 oggi)