ASCOLI PICENO – Tre punti e poi sperare… E’ questa la missione che mister Silva ha impartito ai suoi per la sfida con il Crotone. Battere i calabresi sarebbe un grande passo avanti per quel traguardo inseguito con grande tenacia dall’Ascoli. In attesa, poi, di capire quale sarà l’esito del match tra Brescia e Livorno. Queste le formazioni che alle 15 scenderanno al ‘Del Duca’, sotto la direzione di gara dell’arbitro di Ostinelli di Como. Presente in tribuna anche l’ex tecnico bianconero Franco Colomba, autore di una prodigiosa rincorsa salvezza nella stagione 2008/2009. Prima della gara un minuto di silenzio per la strage di Brindisi.

ASCOLI (3-5-2): Guarna; Ciofani, Peccarisi,Faisca; Scalise, Sbaffo, Di Donato (cap.) (21′ Gerardi), Parfait, Pasqualini; Papa Waigo (45′ Tomi), Soncin. A disp: Maurantonio, Giovannini, Pederzoli, Vitiello, Falconieri. All: Silva

CROTONE (4-3-3): Belec; Correia, Tedeschi, Checcucci, Migliore; Pettinari (14′ st Eramo ), Loviso, Maiello; Ciano (30′ Djuric), Calil, Essabr (27′ Caccavallo). A disp: Bindi, Mazzotta, De Giorgio, Colomba. All: Drago

Arbitro: Ostinelli d Como

Ammoniti: Pasqualini, Loviso, Soncin, Papa Waigo

Espulso: Checcucci

Corner: 18-6

Marcatori: Essabr al 15′, Papa Waigo al 31′ pt e al 37′ st, Soncin al 45′, Pettinari al 7′ st

PRIMO TEMPO

1′ Iniziata la gara.

5′ Prima conclusione, anche se fuori misura è di Migliore. I giocatori bianconeri, probabilmente, sentono l’importanza della gara.

12′ Prima occasione per l’Ascoli: Sbaffo in area mette in mezzo rasoterra, ma né Soncin, né Papa Waigo arrivano sul pallone, preda di Belec.

13′ Ancora un’occasione: Parfait, entrato in area da sinistra, preferisce la conclusione all’assist, ma Belec blocca in due tempi. Ora il Picchio ha suonato la sveglia.

15′ CROTONE IN VANTAGGIO: a segno Essabr. Gelo al ‘Del Duca’. Su cross dalla destra, Guarna azzarda l’uscita, ma fa male. La palla gli esce dalle braccia ed Essadr a porta vuota mette dentro in girata.

23′ L’incitamento della curva è costante, ma la squadra risente ancora della tensione.

31′ PAREGGIO DELL’ASCOLI: A SEGNO PAPA WAIGO! Gol scaccia fantasmi dei bianconeri, con una zampata in area piccola di Papa Waigo (14 gol). Su corner di Parfait, la difesa respinge male e, in mischia, il n.11 mette dentro dopo un batti e ribatti.

36′ Incredibile occasione mancata dai bianconeri: in situazione di 3 contro 2 in area e davanti al portiere, prima Papa Waigo la dà a Sbaffo in posizione centrale, quindi in centrocampista non tira e serve Soncin a sinistra, ma l’attaccante prende il palo. Grande rammarico.

38′ Ancora un gol divorato: Soncin, servito in verticale, la rimette in mezzo invece di tirare in porta da ottima posizione.

41′ Episodio dubbio in area crotonese: Soncin protegge bene la palla contrastato da un difensore, ma smarcandosi cade a terra a contatto con l’avversario. L’arbitro lascia correre.

43′ Ennesimo gol divorato, stavolta ancora più incredibilmente! Papa Waigo solissimo davanti a Belec temporeggia e decide il rasoterra, che finisce fuori tra lo stupore massimo generale.

45′ ASCOLI IN VANTAGGIO: 2-1 DI SONCIN!! Dopo tante, troppe occasioni mancate, i bianconeri vanno in vantaggio grazie ad una zampata del ‘Cobra’ bianconero, che approfitta di un’incertezza di Belec e la mette dentro. Apoteosi al ‘Del Duca’

47′ Dopo 2′ di recupero, l’arbitro manda tutti nello spogliatoio.

SECONDO TEMPO

1′ Senza alcun cambio, è cominciata la ripresa

7′ PAREGGIO DEL CROTONE:  a segno Pettinari. Su calcio d’angolo, il centrocampista crotonese salta da solo e infila di testa. Ancora una doccia fredda per il Picchio.

13′ Episodio importante: espulso Checcucci per brutto fallo da dietro su Ciofani, autore nell’occasione di un ‘coast to coast’ spettaclare, dopo aver seminato quasi tre reparti ospiti.

15′ Come nel primo tempo, Ascoli vicinissimo al gol. Soncin, da pochi passi e spalle alla porta, manda fuori.

16′ Ancora una clamorosa rete fallita, stavolta da Papa Waigo. Il senegalese fugge in velocità verso Belec ma la sua potente conclusione è fuori lo specchio. Le opportunità non si contano più, ora.

21′ Eccone un’altra: è Soncin, servito da Sbaffo in verticale, a presentarsi davanti a Belec, ma non trovando lo spiraglio per tirare in rete. Silva, ora, mette Gerardi al posto di Di Donato infortunato.

26′ Altra palla gol, stavolta sui piedi di Sbaffo, che in area supera un avversario ma la conclusione da posizione defilata viene bloccata in due tempi dal portiere.

31′ In uscita da calcio piazzato, Parfait serve Scalise che mette un bel rasoterra, ma Belec anticipa Soncin di un soffio. Nell’occasione, l’attaccante colpisce l’estremo ospite che rimane a terra per qualche istante.

37′ ASCOLI IN VANTAGGIO! ANCORA PAPA WAIGO! Quando la porta di Belec sembrava incantata anche e soprattutto per lui, è il senegalese a riportare i suoi sul 3-2 con un colpo di testa su calcio d’angolo.

45′ Apllausi anche per Papa Waigo, autore di una doppietta, nonostante le numerose palle gol sprecate. Per il colored anche un terzo gol sfiorato in rovesciata.

45′ Sono cinque i minuti di recupero.

45′ + 5′ Finisce la gara. L’Ascoli batte il Crotone 3-2 in una gara soffertissima, come nessuno si aspettava. E’ stata partita vera, con molte occasioni sprecate da parte degli uomini di Silva. E’ Papa Waigo a decidere la gara dopo aver sbagliato l’impossibile. Ma ciò non basta. Con la contemporanea vittoria del Livorno, ogni discorso salvezza è rimandato all’ultima giornata, quando il Picchio andrà a Padova.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.236 volte, 1 oggi)