ASCOLI PICENO – Si è conclusa domenica 12 maggio la prima edizione del più importante evento di promo commercializzazione denominato “Buy Piceno”, realizzato dalla Camera di Commercio di Ascoli Piceno, con il rientro nei rispettivi Paesi degli operatori turistici stranieri intervenuti alla manifestazione.

“La Giunta della Camera di Commercio – ha dichiarato l’ingegner Adriano Federici, presidente dell’Ente camerale – ha incluso il turismo tra i cinque drivers che sono in grado di trainare la ripresa del Piceno. Oggi è necessario fare scelte coraggiose e responsabili, concentrando le limitate risorse pubbliche su settori economici che costituiscono affidabili fattori di sviluppo”.

Il successo dell’iniziativa è dimostrato dalla presenza di oltre 170 operatori turistici della provincia di Ascoli Piceno, intervenuti nella giornata di venerdì 11 maggio al work shop inserito nel progetto “Buy Piceno”, oltre che dalla presenza di ben 26 tour operator stranieri provenienti dalla Germania, Austria, Gran Bretagna, Olanda, Repubblica Ceca, Repubblica Slovacca, Polonia e Russia.

Dal numero elevato di incontri avuti (oltre 30 per ciascun buyer) e dalla qualità dei buyers e sellers presenti durante il workshop, esperti di settore stimano che il volume di affari che ne scaturirà dai viaggi di turisti provenienti dai Pesi rappresentati dai buyers, potrebbe raggiungere i due milioni di euro.

La maggior parte degli operatori turistici stranieri, che visitavano per la prima volta la nostra Provincia, hanno affermato di aver avuto un numero elevatissimo di contatti molto interessanti che produrranno di sicuro un volume d’affari con il conseguente incremento dei flussi turistici verso il Piceno. Gli ospiti hanno potuto inoltre apprezzare, durante la visita, le eccellenze del territorio, quali il mare, la collina e la montagna, oltre ai centri d’arte e cultura.

I tour operator stranieri hanno espresso anche grande entusiasmo per le offerte ricevute che corrispondevano alle loro esigenze, oltre a complimentarsi per la perfetta organizzazione dell’evento e l’arte dell’ospitalità che hanno potuto riscontrare sul territorio.

Importante è stato anche l’incontro formativo realizzato il 30 marzo, al quale hanno partecipato circa 70 operatori turistici della Provincia, durante il quale sono stati presentati i mercati da cui provenivano gli operatori stranieri, ricevendo anche suggerimenti su come preparare i pacchetti turistici da presentare durante la giornata del work shop, cosa che ha contribuito al successo del ” Buy Piceno”.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 187 volte, 1 oggi)