ASCOLI PICENO – Domani, mercoledì 23 maggio. il consiglio comunale di Ascoli Piceno ricorderà, nel suo ventesimo anniversario, la strage di Capaci, in cui perserò la vita il giudice Giovanni Falcone, sua moglie Francesca Morvillo e gli agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro. Questo sarà anche un momento per esprimere la solidarietà della città di Ascoli Piceno al grave attentato avvenuto a Brindisi il 19 maggio scorso.

Dice il sindaco Castelli: “Le istituzioni devono trasmettere alle nuove generazioni il significato della morte di Falcone, della moglie e degli agenti della scorta, così come del giudice Paolo Borsellino e degli altri agenti: una testimonianza forte, un impegno deciso alla lotta alla mafia e alla criminalità. Questi uomini, queste donne, hanno testimoniato con la vita non solo il loro impegno e la loro determinazione, ma soprattutto hanno indicato la strada che dobbiamo proseguire per il progresso democratico della nostra comunità”. Nel corso dei lavori del Consiglio Comunale interverrà il giudice Emilio Pocci che è stato collaboratore del giudice Falcone.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 102 volte, 1 oggi)