ASCOLI PICENO – È in partenza il progetto “Cammini comuni” realizzata dall’Associazione “Cose di Questo Mondo” sostenuta dalla Fondazione Cassa di Risparmio che ha approvato nell’anno 2011 la stessa proposta come “meritevole”.

Dal 2012 al 2013 si avvierà in stretta collaborazione un programma di attività operative. Il piano realizzato in sostanza risponde al “bisogno di evitare l’emarginazione sociale dei giovani, in particolare dei giovani immigrati e di quelli appartenenti alle seconde generazioni, che, nella società sempre più multiculturale in cui viviamo, sono frequentemente sottoposti a situazioni di intolleranza e razzismo”.

L’obiettivo principale dell’iniziativa è quello di promuovere l’integrazione sociale dei giovani nell’ambito scolastico, extrascolastico e lavorativo del terzo settore, nella provincia di Ascoli Piceno e pertanto, in adesione ai principi di base adottati dal Consiglio dell’Ue sull’integrazione si propone di Contrastare situazioni di disagio giovanile favorendo il rafforzamento dell’autostima e della propria identità culturale e promuovendo una cultura di rispetto dell’altro e di accoglienza della diversità culturale in circa 4mila giovanie , sostenendo, iniziative di aggregazione interculturale e sociale in cui sperimentare la ricchezza e la positività (400 giovani). Infine, e non meno importante si promuoveràn la valorizzazione di sé attraverso l’inserimento lavorativo di circa 23 giovani, in ambiti di utilità sociale (terzo settore).

A tal fine sono state avviate cinque differenti iniziative: “Diversamente uguali, Esploratori del mondo, Amici per la pelle, Interchorus e Insieme si può”.

Il progetto sarà realizzato con la collaborazione di molte realtà territoriali, come: l’associazione Cose di questo mondo, Fondazione Carisap, Centro Studi Musica Moderna, associazione La Lente, Caritas italiana, Caritas diocesana di Ascoli Piceno, Acli provinciali di Ascoli Piceno, Ipsia Ascoli Piceno, Associazione Tekne, associazione Afrik Diaspora, Associazione 1Ganap Guardians e Laboratorio Minimo Teatro.

Gli Enti pubblici che aderiscono sono: Comune di Folignano, Comune di Maltignano, Ufficio Scolastico Regionale – Ambito Territoriale Ascoli Piceno/Fermo, Ambito Territoriale Sociale XXII, Direzione Didattica Luciani-S.Filippo. Mentre le imprese private in prima linea saranno la Coop Adriatica, Fainplast Compounds, Ascoli Service Srl, Ciannavei Srl, Borgioni Imballaggi e Vitali Ascensori.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 225 volte, 1 oggi)