ASCOLI PICENO – Anche i giovani di CasaPound Ascoli, tramite il gruppo interno di protezione civile ‘La Salamandra‘, sono partiti dal Piceno per dare sostegno e aiuto alle popolazioni dell’Emilia Romagna colpite dal forte sisma di domenica scorsa. Così come nel sisma dell’Aquila di tre anni fa, infatti, sono stati creati dei punti raccolta di beni di prima necessità per poi spedire nelle zone terremotate. “Ad Ascoli, così come in tutto il resto d’Italia – spiega Fabio Di Nicola, responsabile provinciale di CasaPound – abbiamo dato il via alla raccolta di materiali: al momento è segnalata la necessità di acqua, pane confezionato, cibo pronto non da cucinare, biscotti, merendine, impermeabili, stivali di gomma, carta igienica, guanti da lavoro e coperte in buono stato, lista che verrà aggiornata in tempo reale tramite media, ma anche sulla nostra pagina facebook.  E’ possibile portare materiali raccolti dal martedì al sabato dalle 21.30 alle 24,  presso il circolo ‘Il Bolide‘, in via della Fortezza 7.

Inoltre – termina la nota de La Salamandra – stiamo approntando la prima turnazione di volontari marchigiani per recarci nelle zone terremotate: chiunque abbia la possibilità ci contatti al più presto. I primi giorni dell’emergenza sono fondamentali, l’apporto di tutti allo stesso modo”. I volontari di CasaPound Italia sono da due giorni nelle zone colpite ed è stato realizzato un campo base presso l’Ospedale di Mirandola, in provincia di Modena. Per contattare l’associazione: lasalamandra.marche@hotmail.com.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 408 volte, 1 oggi)