ASCOLI PICENO – Tutto esaurito ieri sera al Teatro Ventidio Basso per l’incontro con il professor Paolo Crepet, appuntamnto inserito nell’ambito della rassegna “Settimana della famiglia”, organizzata dall’assessorato ai servizi sociali.

Oltre 850 cinquanta persone (l’ingresso era grautito) hanno assistito alla lezione dello psicologo, noto al grande pubblico anche per le sue numerose presenze in trasmissioni televisive, una su tutte Porta a Porta.

Gli altri due incontri previsti con Paolo Crepet saranno il 30 maggio e il 6 giugno, sempre al teatro ventidio Basso con inizio alle ore 21.

“Manifestazioni come questa – ha detto il primo  cittadino ascolano – servono ad aprire un dialogo con i cittadini approfondendo tematiche anche delicate, come l’educazione e i rapporti genitori figli, ridando valore al nucleo familiare, che deve rimanere forte anche in tempi di crisi come quelli di oggi”.

Nel suo intervento l’assessore alla Famiglia, Donatella Ferretti, ha ribadito l’intenzione di dedicare con questa “Settimana della Famiglia” la massima attenzione dell’amministrazione pubblica ai temi del sociale e alle politiche attive per la famiglia, ringraziando tutti per il lavoro organizzativo svolto e la rivista Senzaetà che ha portato in città il professor Crepet.

La serata di ieri ha visto anche la proiezione del film “Rifiuti Tossici”, una Pubblicità Progresso contro la droga, girato ad Ascoli Piceno dal regista ascolano Claudio Sestili.

Dura e chiarissima la “lezione” di Crepet. “Possiamo e dobbiamo rovesciare – ha detto il celebre psicologo –  la crisi attuale, intravedendo nuove opportunità per ricominciare a prendere in considerazione valori assoluti come l’educazione, la responsabilità, la manualità”.

 

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 546 volte, 1 oggi)