ASCOLI PICENO  – Uno storico e bellissimo edificio in pieno centro storico tornerà allo splendore e a nuova vita. La proprietà dell’ex Palazzo Sgariglia di Corso Mazzini, tra i beni della nobile famiglia ceduti al comune, è stata conferita ad un Fondo di housing sociale di cui il comune stesso, assieme alle Fondazioni Carisap e Tercas, possiede quote.

L’housing sociale è un modello abitativo che sta sempre più prendendo piede soprattutto nel norditalia e negli altri paesi europei, ma che ad Ascoli è già attivo con la costruzione nel 2010 in una palazzina di Corso di sotto, da parte della Fondazione Carisap, di 17 alloggi destinati a giovani coppie e piccoli nuclei familiari.

Ad Ascoli l’obiettivo è anche quello di favorire il ripopolamento del centro storico, tamponando la fuga verso la periferia e i comuni della vallata.

Da Palazzo Sgariglia, completamente da ristrutturare, si pensa di poter ricavare circa 35 appartamenti. L’attuale sede del sestiere di Sant’Emidio non verrà toccata, mentre all’Arengo rimarrà la possibilità di riacquistare l’edificio ad una somma maggiorata dei costi di restauro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.795 volte, 1 oggi)