ASCOLI PICENO – Il 235/o Reggimento addestramento volontarie di Ascoli Piceno per il reclutamento e la formazione iniziale del personale femminile resta ad Ascoli.

Lo ha detto oggi il generale di Divisione Antonio Zambuco, intervenuto al giuramento delle 300 volontarie del primo Blocco 2012 svoltosi questa mattina ad Ascoli, mettendo così a tacere le voci di una possibile rinuncia alla caserma ‘Clementi’ per l’addestramento delle soldatesse, circolata negli ultimi tempi.

Nello specifico, il generale Zambuco ha spiegato che è in essere una riorganizzazione dell’Esercito Italiano che ha portato alla chiusura dell’unità addestrativa di Chieti, ma ha voluto sottolineare il fermo impegno per il mantenimento del Reggimento Piceno ad Ascoli.

“Mi sento in dovere di ringraziare il Generale di divisione Antonio Zambuco, comandante del raggruppamento unità addestrative di Capua, da cui dipendono altre sei sedi di addestramento, tra cui Ascoli, per aver confermato proprio questa mattina che il Reggimento Piceno non chiuderà. -ha detto il sindaco Castelli, presente alla cerimonia – Con lui ringrazio anche il Comandante Vicari e colgo l’occasione per esprimere la soddisfazione dell’amministrazione comunale che ha sempre sostenuto l’importanza del rapporto del Reggimento Piceno con la nostra città. Un rapporto consolidato che ha fatto della Caserma “Clementi” un punto di riferimento per Ascoli”.
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.866 volte, 1 oggi)