riportiamo di seguito, integralmente, comunicato stampa della Questura di Ascoli Piceno sulla vicenda del calcioscommesse

Nell’ambito dell’operazione new last bet ancora in esecuzione con arresti (19) e perquisizioni di tutta la penisola, , le cui indagini sono state espletate dalla squadra mobile di Cremona e dal servizio centrale operativo della Polizia di Stato, coordinati dalla Procura della Repubblica di Cremona, la Squadra Mobile di Ascoli ha collaborato nella fase esecutiva con un arresto a San Benedetto del Tronto ed una perquisizione domiciliare ad Ascoli Piceno.

Nelle prime ore della mattinata è stata eseguita un’ordinanza di Custodia Cautelare in Carcere a carico di Matteo Gritti, bergamasco dell’80, che si trovava a San Benedetto del Tronto in vacanza da parenti, ex calciatore dell’Albinoleffe, attualmente in forza alla squadra svizzera del Bellinzona (Svizzera), nel ruolo di portiere; questi per l’apporto illecito fornito, per la sistematica e stabile partecipazione alle dinamiche dell’organizzazione nonchè per la fattuale e convinta adesione al programma criminale, è risultato essere un compartecipe all’associazione a delinquere, facendo da tramite con un gruppo di slavi, meglio denominati “zingari”, al fine di esportare dalla Svizzera all’Italia il fenomeno della manipolazione delle partite.

In particolare veniva proposta dagli zingari, in una serie di incontri, l’opportunità di combinare mediante un compenso in contanti anticipato, partite del campionato di serie B e di serie C, nonché di favorire l’acquisto da parte dei predetti di alcune squadre appartenenti a detti campionati, al fine di alterarne i risultati, così consentendo, il Gritti, la manipolazione per conto di tale gruppo di numerose partite dell’Albinoleffe. I fatti sono risalenti all’anno 2009.

Decreto di perquisizione domiciliare, invece per il giocatore dell’Ascoli Andrea Soncin, al quale è stato sequestrato diverso materiale informatico; in varie occasioni il giocatore sembrerebbe entrato in contatto telefonico con uno degli ungheresi appartenenti al sodalizio, proprio in prossimità di partite riguardanti il Grosseto calcio, in cui militava nell’anno 2010/11; l’apporto fornito, lo avrebbe reso compartecipe all’associazione, ma allo stato degli atti la sua posizione resta da chiarire e approfondire. Importante sottolineare che i fatti contestatigli non riguardano la sua militanza nell’Ascoli calcio che quindi non può essere colpita da sanzioni sportive legate alla responsabilità oggettiva.

I reati contestati all’organizzazione sono quelli di associazione per delinquere finalizzata alla truffa (art. 640 c.p.), alla frode in competizioni sportive (L. 401/89), avendo anche commesso un reato transnazionale (L. 146/2006). L’intento era quello di realizzare a livello mondiale, anche con ripartizione di zone territoriali di competenza tra alcuni associati, una pianificazione degli interventi illeciti diretti ad influire sul risultato e ad alterare, in molteplici campionati di calcio, in “coppe” nazionali e non, e in partite internazionali, il naturale esito delle partite medesime, per conseguire vincite in scommesse per milioni di euro che venivano effettuate prevalentemente sui siti asiatici ed utilizzando a tal fine lo strumento della corruzione dei giocatori, degli arbitri e dei dirigenti.

In particolare si associavano tra loro al fine di commettere in Italia, come in concreto commettevano, molteplici delitti di frode in competizioni sportive intervenendo con offerte o promesse di denaro, o altra utilità o vantaggio, nei confronti di calciatori o dirigenti, al fine di raggiungere un risultato diverso da quello conseguente al corretto e leale svolgimento della competizione, interferendo, o cercando di interferire sui seguenti eventi sportivi:

Partite del campionato italiano di calcio di serie A del 2008:

Napoli-Sampdoria  del 30.1.2011, terminata con il risultato di 4-0;
Brescia-Bari del 6.2.2011, terminata con il risultato di 2-0;
Brescia-Lecce del 27.2.2011, terminata con il risultato di 2-2;
Bari-Sampdoria del 23.4.2011;
Palermo-Bari  del 7.5.2011;
Lazio-Genoa del 14.5.2011;
Lecce-Lazio del 22.5.2011.

Partite del campionato di calcio di serie B 2009/2010:

Brescia-Mantova del 2.4.2010, terminata 1-0;
Cittadella-Mantova del 24.4.2010, terminata 6-0;
Ancona-Grosseto del 30.4.2010, terminata 1-1;
Grosseto-Reggina del 23.5.2010, terminata 2-2;
Empoli-Grosseto del 30.5.2010, terminata 2-2;
Padova-Mantova dell’11.10.2009, terminata 3-0,
Grosseto-Mantova del 15.3.2010, terminata 1-1;
Salernitana-Mantova dell’1.5.2010, terminata 1-3;
Siena-Piacenza, del 19.2.2011, terminata 2 a 3;
Atalante-Piacenza del 19.3.2011, terminata 3-0;
Piacenza-Pescara del 9.4.2011, terminata 0-2;
Novara-Ascoli del 2 aprile 2011, terminata 1-0;
Novara-Siena del 30.4.2011;
Ascoli-Sassuolo del 9.4.2011, terminata 0-0;

Partita di Coppa Italia Cesena-Gubbio del 30.11.2011.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.164 volte, 1 oggi)