ASCOLI PICENO –  Oltre 250 escursionisti, di ogni età e provenienza, hanno animato la quarta tappa del “Festival dell’Appennino” che ha preso il via, ieri, da San Martino di Montecalvo (comune di Acquasanta Terme). Alla testa del nutritissimo gruppo, oltre alla guida alpina Tito Ciarma, c’erano l’assessore alla Cultura della Provincia di Ascoli Andrea Maria Antonini e Franco Laganà, presidente del Cai promotore in tutta Italia della “12^ Giornata Nazionale dei Sentieri”.

Presenti per l’occasione anche i ragazzi dell’Alpinismo Giovanile e le miniguide delle “Giovani Bussole del Parco” coordinate dalla maestra Barbara Diletti. Tra i protagonisti della suggestiva passeggiata nel Parco Nazionale del Gran Sasso – Monti della Laga anche il vice presidente di Sorgenti Comuni Scarl Simone Mariani, il direttore artistico della rassegna Maurizio Serafini e il dirigente provinciale del Servizio Cultura Roberto Giovannozzi.

Di buon mattino, il folto gruppo, partito dal centro di San Martino (780 m), si è inoltrato lungo un ripido sentiero immerso nei boschi, arrivando, dopo un’ora e mezzo di cammino, al Passo S. Paolo, non molto distante dai resti della storica fortezza di Montecalvo (1073 m) appartenuta alla famiglia dei Guiderocchi. Di lì, il cammino è proseguito lungo una panoramica cresta sita su banconi di arenaria a ridosso del monte Libretti (1216 m). Poi, dopo un saliscendi su tracciati disegnati nella vegetazione, il serpentone ha ripreso la via del ritorno, a conclusione di un cammino di oltre 7 km.

Ad attendere i numerosi partecipanti, oltre a un gustoso pranzo in piazza a base di piatti tradizionali, l’esibizione dei gruppie che, a colpi di ritmi folk e motivi popolari, hanno vivacizzato l’ambiente, rallegrato poi dalle urla scatenate dei giocatori di morra.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 288 volte, 1 oggi)