ASCOLI PICENO – Si svolge mercoledì mattina nell’ufficio del Gup del Tribunale di Ascoli Rita de Angelis l’udienza preliminare nei confronti di Denny Pruscino e Katia Reginella, i due giovani coniugi di Folignano accusati dell’omicidio del figlio Jason, scomparso dal giugno 2011 quando aveva appena due mesi.

I due si sono accusati a vicenda, e domani davanti al Giudice delle Udienze preliminari dovranno rispondere di pesanti accuse, suffragate dalle testimonianze che ognuno di loro ha più o meno confusamente fornito in questi mesi agli inquirenti e dalla deposizione di un ex compagno di cella di Pruscino che avrebbe ascoltato una sorta di autoconfessione dell’uomo.

Nonostante il cadavere del piccolo non sia stato mai trovato, le accuse sono di omicidio volontario in concorso pluriaggravato da futili motivi e da vincoli di parentela e di distruzione di cadavere. La difesa punta invece a convertire l’accusa in omicidio colposo.

I due coniugi in passato subirono un processo per maltrattamenti nei confronti di altri due loro figli, che ora sono stati dati in affidamento ad altre famiglie. Entrambi i bambini infatti riportarono pesanti lesioni che causarono loro danni permanenti. Non vi furono però prove sufficenti ad accusare Katia Reginella e Denny Pruscino e le lesioni risultarono essere causate da incidenti domestici.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 187 volte, 1 oggi)