ASCOLI PICENO – Ancora una settimana. Tanto bisognerà aspettare per l’ufficialità della permanenza o meno del tecnico Massimo Silva sulla panchina dell’Ascoli. Dopo il colloquio di lunedì mattina tra società, con rappresentanti della famiglia Benigni e Paolo De Matteis da una parte, e Silva, dall’altra, l’allenatore si è rivisto qualche ora fa con la dirigenza bianconera, ma dall’incontro non è nato ancora niente. L’appuntamento, perciò, è rimandato all’inizio della prossima settimana.

Ma se domenica scorsa, sul palco della festa salvezza l’impressione generale era che la firma sul contratto fosse solo una formalità di una volontà di continuare già presa, nelle ultime ore sta circolando con forza un’altra ipotesi: Silva, infatti, è nel mirino del Sassuolo, società che proprio ieri ha dichiarato il rinnovo del connubio col patron Giorgio Squinzi: con Pea al Padova, infatti, i neroverdi stanno puntando diversi nomi (Atzori e Gautieri), tra cui il tecnico di Pinerolo Po. E sulla panchina bianconera siederebbe, in tal caso, Antonio Aloisi, pronto e maturato per la società a tale incarico. Pare solo fantacalcio, invece, anche se romantica, l’idea che vedrebbe un ritorno di Marco Giampaolo, dopo le deludenti esperienze in serie A. Troppo alto l’ingaggio. Non è escluso, dunque, che dietro questo temporeggiare dell’allenatore dei miracoli ci sia la volontà di conoscere i piani della società neroverde. Secondo alcuni, addirittura, domani è previsto un incontro in terra emiliana.

Intanto, dopo il passaggio di Maran al Catania, Fabrizio Castori è la nuova guida del Varese. L’ex tecnico bianconero sarà presentato a ore. Ma c’è di più: pare che la sua prima richiesta sia quella di portare con sè Papa Waigo. Il senegalese partirà di certo, ma dalla Lombardia dovrà arrivare un’offerta capace di scalzare quelle giunte da squadre straniere, e di soddisfare l’Ascoli e il giocatore

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 546 volte, 1 oggi)