ASCOLI PICENO – Un appuntamento storico per Ascoli, per gli ascolani e per tutti gli sportivi: domenica prossima, 17 giugno, alle 17.17 (per andare proprio contro tutto, anche la sorte) il quartiere Tofare riavrà il suo gioiello. Dopo i lavori di riqualificazione, ecco rinascere il suo centro sportivo, motivo di vanto dell’intera zona alla periferia di Ascoli, che ha visto crescere generazioni di abitanti e appassionati di sport. E lo sforzo è di quelli che si possono raccontare: appena 117 i giorni (e stavolta è un caso, ci assicurano loro stessi), passati durante i quali i ragazzi della società sportiva dilettantistica ‘Piceno United MMX’ hanno lavorato duramente per ricosegnare alla città e al quartiere il suo cuore pulsante che da qualche tempo aveva smesso di battere come sapeva fare. Il tutto grazie anche al supporto dell’amministrazione comunale.

E, se domenica sarà la giornata dei festeggiamenti, questa mattina spazio alla conferenza stampa di presentazione del progetto. Presenti i ragazzi della Piceno United, l’assessore allo sport e alla gioventù Massimiliano Brugni e il consigliere comunale Mirko Petracci che, insieme a Brugni, è nato e cresciuto nel quartiere Tofare. “Solo pensare di realizzare questo progetto – spiega Simone Accorsi, presidente della società sportiva artefice e concessionaria (per 30 anni) del nuovo impianto – è già una cosa difficile, figuriamoci a farlo. Questa zona, per chi come me c’ha passato tanti anni fin dall’adolescenza, rappresentava un gioiello per quelle generazioni. Il nostro obiettivo, perciò, è quello di farlo tornare ai fasti di un tempo“. Sulla struttura, spiega: “Sarà al servizio di tutti, da anziani, con il circolo e il campo da bocce, ai bambini, per i quali è prevista tutta una parte dell’area. Abbiamo fatto tanti sforzi, non solo economici. E, a differenza del passato, ci saranno anche dei veri e propri spogliatoi, all’avanguardia perché sotterranei”. Entusiasta anche l’assessore Brugni che, da parte sua, ha appoggiato e collaborato alla realizzazione del progetto:”Non è da tutti risanare quell’impianto in così poco tempo. E’ stato fatto un miracolo. La cosa che più mi ha reso felice – svela Brugni – è che, nonostante i ragazzi al lavoro non fossero di Tofare, si sono subito guadagnati il rispetto della gente del quartiere. E per me, che sono nato in quel posto, è motivo d’orgoglio. Li ringrazio, anche per sfatare le voci circolate sul progetto: è stato tutto finanziato da questi ragazzi”. Ma il lavoro della Piceno United per l’assessore è “anche un simbolo di cosa può portare una giusta simbiosi tra amministrazione locale e privato, ma soprattutto un esempio positivo di come si puà investire nella nostra città, anche in momenti di crisi”. Poi annuncia: “L’amministrazione ha già deciso che la Piceno United MMX sarà testimonial di ‘Gioventù Ascolana“. Infine, il sindaco Guido Castelli, in collegamento telefonico, esprime il suo appoggio: “E’ una dimostrazione di cosa sanno fare i giovani ascolani“.

Ecco i numeri e alcuni dati del Centro Sportivo Piceno ‘Quartiere Tofare’. La zona è di 2.200 metri quadri; l’investimento, di circa 350.000 euro, ha portato: al rifacimento dei terreni da gioco (due da calcio a 5 e uno da calciotto) tutti in erba sintetica ‘Limonta’; alla costruzione di spogliatoi sotterranei di 120 metri quadri; alla costruzione di un campo da bocce la cui copertura presenta pannelli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica: un impianto solare termico per la produzione di acqua calda; un’area bimbi; una zona ritrovo situata proprio sopra gli spogliatoi dove si terranno anche balli di gruppo. Nei prossimi giorni partiranno anche le prime iniziative: il torneo di calciotto ‘Lu Baraccò – Memorial Marco Brachetti’, il torneo di calciotto over 40 ‘Ugo Tasselli’, il Torneo dei Sestieri ‘Umberto Fattori’ e il centro estivo ‘Happy Club’, in collaborazione con la piscina comunale. Appuntamento, dunque, all’inaugurazione di domenica pomeriggio, ribattezzata dall’assessore Brugni come “l’edizione numero zero dell’allora Festa dei Fiori“.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.297 volte, 1 oggi)