ASCOLI PICENO – Il presidente della provincia Piero Celani nella giornata di venerdì 15 giugno è intervenuto sull’argomento dei tutor posti sulla galleria di Croce di Casale. “Mi meraviglia che un sindacato come l’Ugl – ha affermato Celani – , da sempre e giustamente impegnato in una sacrosanta battaglia per la tutela della sicurezza dei lavoratori in ogni circostanza e, quindi anche nello spostamento verso i luoghi di lavoro, lanci strali contro la Provincia sulla questione dei tutor posti in prossimità delle gallerie di Croce di Casale con l’obiettivo essenziale di assicurare la pubblica incolumità e il corretto comportamento stradale degli automobilisti”.

“Un’azione di prevenzione – ha proseguito il presidente della Provincia – tanto più importante se si considera gli elevati flussi di traffico verso le attività produttive. I tutor costituiscono, infatti dei sistemi di rilevazione della velocità media: non sono autovelox che sanzionano la velocità istantanea, quelli si strumenti che, se usati impropriamente, diventano “vessatori” come accaduto nel caso di vari Comuni”.

“L’Amministrazione provinciale – ha poi concluso Celani – ha previsto nel suo Piano Opere Pubbliche oltre un milione di euro per l’ammodernamento della ex Statale 78 attivando iter rapidi con l’appalto a breve dei lavori e mettendo risorse anche proprie per migliorare la sicurezza e la viabilità in punti strategici di questa arteria largamente utilizzati da lavoratori o utenti degli insediamenti produttivi”.

Il presidente Celani si è anche espresso riguardo la tassa sui pozzi, evocata dal sindacato come semplice strumento di riscossione, affermando che la Provincia non ha fatto altro che applicare la normativa vigente, sollecitata tra l’altro da Corte dei Conti, Regione e dalle altre provincie marchigiane per riportare alla normalità una situazione che si trascinava da anni sui binari del dimenticatoio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 347 volte, 1 oggi)