CASTEL DI LAMA – Erano circa le 15:00 di lunedì scorso quando, in pochi attimi, è scoppiato l’inferno in un campo di grano nei pressi di Contrada Tose, nella zona alta di Castel di Lama. Secondo le prime testimonianze raccolte sul posto, l’incendio si sarebbe innescato in seguito ad un corto circuito provocato dall’antenna di una macchina trebbiatrice, che in quel momento era al lavoro sul campo.

Durante la marcia l’antenna del mezzo avrebbe inavvertitamente sfiorato i fili dell’alta tensione che congiungono i tralicci dell’Enel, posizionati in ordine sparso su tutta l’area. È bastato, quindi, che si sfiorassero per generare una miriade di scintille che in pochi secondi avrebbero favorito la combustione a terra.

L’area interessata si aggira intorno ai due ettari di terreno, e sono andati in fumo circa 100 quintali di grano, alcune piante di frutta e una trentina di balle di fieno. Sul posto sono arrivati subito i Vigili del Fuoco di Ascoli che sono riusciti a sedare le fiamme in poco tempo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 442 volte, 1 oggi)