ASCOLI PICENO – Calcinacci che in pieno pomeriggio piovono dal cielo. Ma non è l’artificio di una improvvisa collera Divina; semplicemente provenivano dal cornicione del ponte che segna per un breve tratto la S.S. 81 Piceno Aprutina, e che sovrasta l’Asse Attrezzato che congiunge Monticelli allo svincolo per l’Ascoli Mare.

Erano le 17 di martedì pomeriggio quando all’altezza della diramazione per la via del Commercio (Zona Battente), sull’Asse Attrezzato, l’asfalto comincia a riempirsi di calcinacci di cemento, provenienti dal malandato ponte che delimita per un breve tratto la Piceno Aprutina. Molte le macchine che in quel momento percorrevano, in entrambe i sensi, la zona interessata, e una di queste ha avuto la malaugurata sorte di prendere in pieno uno dei pezzi di cemento che si staccavano dal cavalcavia.

Fortunatamente la pietra in caduta libera colpisce solo la targa anteriore, provocando danneggiamento al veicolo e nessun danno al suo conducente, ma solo tanta paura. E’ stata subito allertata la Polizia Stradale che in pochi minuti arriva sul posto, quasi in sincrono con i Vigili del Fuoco di Ascoli, avvisati in tempo dal conducente della macchina danneggiata.

Le condizioni del cavalcavia sono da tempo visibilmente precarie e la presenza dei Vigili del fuoco si è protratta per alcune ore proprio perché, durante l’intervento, si sono resi conto che dovevano rimuovere altri pezzi di cornicione che di li a poco si sarebbero staccati, rischiando di creare una serie di incidenti a catena.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 883 volte, 1 oggi)